F1 GP del Belgio: Hamilton vince, Vettel sul podio con Ricciardo

L'inglese resiste a due attacchi del tedesco in partenza e dopo una Safety Car
F1 | GP del Belgio: Hamilton vince, Vettel sul podio con Ricciardo
di 27 agosto 2017, 15:42

Vittoria numero 58 per Lewis Hamilton che rintuzza due attacchi di Sebastian Vettel in due momenti diversi di gara e porta a casa il Gran Premio del Belgio 2017, riportandosi a 7 punti di distanza dal tedesco in classifica.

Sul gradino più basso del podio va Daniel Ricciardo, che alla ripartenza dall'unica Safety Car supera Bottas, poi quinto dietro anche Kimi Raikkonen. Non sono mancati i colpi di scena, soprattutto grazie (o per colpa) delle due Force India che ancora una volta sono entrate in contatto tra loro.

CRONACA

Partenza pulita con i primi sei che mantengono tutte le posizioni. Dietro Alonso è il primo dei non top seguito da Hulkenberg che alla Bus Stop lo passa bene all'esterno.

2° giro: azione meravigliosa di Fernando Alonso che al Kemmel passa di fatica la Renault mentre anche Ocon tenta timidamente di inserirsi nella lotta. Ritiro per Pascal Wehrlein.

3° giro: ancora lotta tra Renault e Mclaren con il tedesco che riprende la settima posizione, mentre Perez passa Magnussen. Davanti Vettel riesce a tenere il ritmo di Hamilton e informa il suo box.

4° giro: alle spalle di Hamilton e Vettel perdono un po' di tempo Bottas e Raikkonen, con Verstappen e Ricciardo leggermente attardati. Il replay della partenza mostra un pericolosissimo contatto tra le due Force India all'imbocco dell'Eau Rouge.

5° giro: una dopo l'altra le Force India sverniciano sul dritto la Mclaren di Alonso. Lo spagnolo si fa sentire via radio.

6° giro: Alonso subisce anche il sorpasso di Grosjean. La Mclaren in rettilineo è ferma.

8° giro: colpo di scena per la Red Bull di Max Verstappen che abbandona l'olandese davanti a migliaia di suoi tifosi. Hulkenberg sale al sesto posto con la Renault.

9° giro: pit stop sia per Ericsson che per Palmer, che montano comme soft.

10° giro: Magnussen lamenta insistentemente problemi di gomme e rientra ai box per cambiare mescola. Davanti Hamilton resta a 1.5 di vantaggio su Vettel.

11° giro: Bottas informa di avere blistering sull'anteriore sinistra. Pit per Ocon, Grosjean e Alonso.

12° giro: Pit per Hulkenberg che va su gomme soft. Rientra al volo anche Lewis Hamilton per montare gomme soft. Dietro le Force India sono in rimonta dopo i rispettivi pit stop.

13° giro: turno di Pit anche per Bottas. Anche sulla Mercedes #77 vengono montate gomme soft. Bellissimo il sorpasso di Perez che sfrutta la doppia scia di Kvyat e Grosjean al Kemmel per portarsi in nona posizione.

15° giro: dentro Sebastian Vettel per la sua sosta. Il tedesco monta gomme soft e rientra alle spalle di Kimi Raikkonen (che non si è fermato) e Lewis Hamilton. L'inglese appena dopo il Raidillon passa il finlandese che si rimette in coda per infastidire la Mercedes sul Kemmel. Hamilton passa comunque senza problemi.

16° giro: con le gomme soft Vettel sembra averne di più, in un giro recupera oltre un secondo su Hamilton. Raikkonen invece riceve 10 secondi di penalità per non aver rallentato sotto bandiere gialle.

17° giro: Vettel ormai sotto il secondo da Hamilton. Il tedesco inizia a studiare le manovre dell'inglese.

18° giro: Raikkonen sconta la penalità e il replay non persona. Con la Red Bull di Verstappen appena fuori pista, il finlandese tiene il gas a tavoletta nonostante la doppia bandiera gialla.

19° giro: arrivano 5 secondi di penalità anche per Perez, per aver guadagnato terreno nel sorpasso di Kvyat e Grosjean andando lungo a Les Combes.

20° giro: il duello tra Hamilton e Vettel continua con l'inglese che mantiene un distacco poco sopra il secondo.

22° giro: a metà gara la situazione vede Hamilton comandare con 1.5 su Vettel, 7 secondi su Bottas, 22 su Ricciardo, 46 su Hulkenberg e 49 su Raikkonen, che dopo aver scontato la penalità è in rimonta sulla Renault.

25° giro: Il finlandese della Ferrari porta a termine il sorpasso sulla RS17 sul rettilineo del Kemmel, portandosi in quinta posizione.

26° giro: arriva l'ennesimo ritiro per Fernando Alonso. Senza parole. Perez intanto effettua il secondo pit stop montando gomme supersoft.

27° giro: invariato il distacco in testa. Sebastian Vettel si mantiene sotto i due secondi su Hamilton.

29° giro: prosegue anche la lotta in Force India con Sergio Perez che svernicia il compagno che si è appena fermato per il suo stop. Il messicano al momento è il più veloce in pista.

30° giro: ed ecco il patatrac in Force India. Ocon si lamenta per il pit anticipato del messicano e poi tenta di passarlo verso l'Eau Rouge. Perez stringe e tocca l'ala anteriore del compagno con la sua gomma posteriore destra. Risultato: pezzi di ala che volano dalla #31 e foratura per la #11 con la Safety Car costretta ad entrare in pista.

31° giro: Raikkonen ha appena pittato per montare le ultrasoft ma entrano praticamente tutti ai box. Scelta aggressiva per la Ferrari che monta gomme ultrasoft sulla Ferrari di Vettel mentre la Mercedes resta su soft con entrambi i piloti.

34° giro: si riparte con Vettel che riprova ancora ad affiancarsi a Lewis Hamilton ma ancora una volta lo fa all'esterno e la Mercedes riesce a difendersi. Dietro però Kimi Raikkonen fa la magia: Ricciardo affianca Bottas all'esterno e Kimi si butta all'interno. Entrambi passano la Mercedes.

35° giro: Vettel non può ancora usare il DRS contro la Mercedes e questo penalizza la Ferrari che perde leggermente terreno.

37° giro: niente da fare per la Ferrari di Vettel che non riesce ad avvicinarsi alla Mercedes quanto meno per usare il DRS.

39° giro: Vettel recupera tre decimi ma non sono ancora abbasanza per poter usare l'ala mobile.

42° giro: ancora 21 chilometri e la sfida continua con Vettel che segna il giro più veloce ma guadagna solo un decimo su Hamilton. Sembra poter finire così. Dai box Force India arriva l'ordine a Perez per ritirare la monoposto.

44° giro: termina così con Lewis Hamilton che vince il Gran Premio del Belgio davanti a Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo. Kimi Raikkonen recupera fino al quarto posto con Valtteri Bottas, in ombra, quinto. Ottimo sesto posto per Nico Hulkenberg con la Renault davanti a Romain Grosjean, Felipe Massa, Esteban Ocon e Carlos Sainz che chiude la top ten.

Segue il risultato di gara.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.