F1 GP Cina, gara: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull

La gioia di Daniel Ricciardo e la delusione in casa Ferrari di 15 aprile 2018, 19:31

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull dopo il Gran Premio della Cina, terza prova del mondiale di Formula 1 2018, che ha visto un'incredibile vittoria da parte di Daniel Ricciardo.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

"E' stata un'altra giornata difficile, oggi. Stavo cercando di resistere, ma le mie gomme erano finite, quindi non avevo alcuna possibilità di tenere dietro le Red Bull. Sabato e domenica sono stato un disastro, ho faticato con la monoposto. So che avremo una dura battaglia davanti a noi. Ho bisogno di tornare al mio normale livello di prestazioni prima di perdere ancora più punti preziosi. Poteva andare peggio, Max mi ha fatto un favore oggi in termini di classifica, ma è un weekend da dimenticare, questo è sicuro. Ora dobbiamo lavorare duro per ricominciare la salita".

77 | VALTTERI BOTTAS

"Non puntavamo a un secondo posto. Il pit stop è stato assolutamente perfetto ed è arrivato al momento giusto, abbiamo perso la gara in regime di safety car. La Red Bull, la Ferrari sono molto vicine a noi, quindi abbiamo bisogno di assicurarci di continuare a sviluppare la nostra macchina. Tutto ciò rende me e l'intero team ancora più affamati. Per fortuna ci sono ancora molte gare da disputare".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

Sono stato fortunato a finire la mia gara. Dopo una collisione come quella che ho avuto, penso che ci saremmo anche potuti fermare lì. Ovviamente, la cosa fortunata è che la macchina poteva ancora girare, anche se il bilanciamento non c'era più. Abbiamo perso il comando dopo il pit-stop e non è stato l'ideale. Siamo abbastanza sicuri che saremmo usciti davanti, ma non ci siamo riusciti. La Safety Car ha svantaggiato sia per me, che Valtteri, perché non abbiamo avuto la possibilità di reagire. E' stato chiaro che la Red Bull fosse più veloce e penso che non c'era motivo di resistere molto sia a Daniel che a Max. Penso che si sia reso conto di aver sbagliato. Tuttavia, ho apprezzato il fatto che sia venuto da me immediatamente, perché è il modo di risolvere le cose, faccia a faccia. Ma ovviamente questo non è il risultato che stavamo cercando".

7 | KIMI RAIKKONEN

"E' stata una gara non molto piacevole, all'inizio ho fatto una bella partenza, ma poi ho dovuto indietreggiare e questo mi è costato un paio di posizioni. Dopo il pit stop, la macchina è stata abbastanza veloce e la sensazione era bella, la safety car ci ha aiutato, in quel momento avevamo le gomme nuove, direi che ci ha riportato in gara. Di sicuro eravamo più veloci di Valtteri, ma quando ci si avvicina diventa più difficile e perdi così tanto grip nel processo, e perdi così tanto carico aerodinamico, specialmente in questo tipo di circuito, che non ne avevo abbastanza per passarlo. Oggi prendiamo il terzo posto, ma ovviamente quando inizi dalla prima fila è lontano dall'essere ideale, proveremo a fare di meglio la prossima volta".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO

"E' stato divertente, molto divertente e solo adesso ci credo, ieri non ci avrei mai creduto. Per me questa è una grande ricompensa, ma per i meccanici e gli ingegneri, perché si sono davvero guadagnati questa vittoria. Non solo per i pit stop e la strategia di oggi, ma per avermi mandato in pista ieri in qualifica. All'inizio della gara, pensavo di poter lottare per un podio, ma non mi aspettavo davvero una vittoria; poi, dopo la safety car, sapevo di avere una possibilità. Quanto deludente può essere questo sport, ma quanto può farti sentire bene. Ora possiamo andare tutti a festeggiare".

33 | MAX VERSTAPPEN

"Non il risultato che volevo oggi, abbiamo perso una grande opportunità per un doppio podio. Ho cercato di superare Lewis all'esterno, ma c'era troppo residuo e sono andato un po' largo, è stato un peccato, perché ero in una buona posizione. Era ancora una gara aperta, con la possibilità di finire primo e secondo, ma sfortunatamente ho commesso alcuni errori. Seb ha faticato un po' con le gomme, quindi sapevo di avere un'opportunità, ho provato ma l'ho colpisto. Sono deluso da me stesso per quest'esito di gara. Il team ha eseguito tutto perfettamente oggi, abbiamo avuto una grande strategia e la macchina si stava comportando bene, quindi è un vero peccato. Al momento non sta andando troppo bene per me, quindi analizzerò il tutto e cercherò di tornare più forte di prima".

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


-->

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.