F1 | GP Cina 2019, gara: McLaren, Haas, Alfa Romeo

F1
GP Cina 2019, gara: McLaren, Haas, Alfa Romeo

Raikkonen ancora a punti. Giornata no per McLaren e Haas di 14 Aprile 2019, 20:00

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Haas, Mclaren ed Alfa Romeo al termine del Gran Premio della Cina, terza prova del Mondiale 2019 e GP #1000 nella storia. Terzo arrivo consecutivo a punti per Kimi Raikkonen (9°), mentre sono mancate le Haas (Romain Grosjean 11° e Kevin Magnussen 13°). A bocca asciutta anche le McLaren (Carlos Sainz Jr. 14° e Lando Norris ritirato) ed Antonio Giovinazzi (15°).

HAAS

8 | ROMAIN GROSJEAN

"Ad essere onesti, prima della gara ero abbastanza preoccupato circa il nostro ritmo gara. Sul giro singolo la nostra macchina è incredibile, ma non appena dobbiamo fare due o più giri non siamo più lì. Dobbiamo capire bene cosa sia successo. Sono convinto che, senza le bandiere blu, saremmo finiti nei punti. Ma Alex (Albon, ndr) ha fatto un bel lavoro, difendendosi bene e senza errori. Congratulazioni a lui. E' snervante dare tutto, spingere al limite e tornare a casa senza punti".

20 | KEVIN MAGNUSSEN

"Oggi non ho avuto il passo, ed è un aspetto sul quale dobbiamo lavorare. Le qualifiche finora sono sempre andate bene, e dobbiamo sistemare solo il ritmo la domenica, che è l'aspetto più importante nel quale essere forte. Al momento non capisco cosa ci succede in gara, e dobbiamo tutti lavorare per comprenderlo, pur non essendo semplice. E' frustrante avere una buona macchina, forte al sabato ma che non riesce a concretizzare la domenica".

MCLAREN

4 | LANDO NORRIS

"E' stata un'altra giornata frustrante. Non ho potuto evitare la Toro Rosso al primo giro, ragion per cui un'altra cosa al di fuori del nostro controllo ci ha condizionato la gara. E la cosa peggiore è che ha coinvolto sia me che Lando. E' stato un vero peccato, poiché avevamo un buon passo ed abbiamo gestito bene gli pneumatici, quindi avevamo la chance di giocarci i punti. Abbiamo una macchina migliore la domenica piuttosto che in qualifica. Io voglio continuare ad essere positivo e a portare pazienza , dato che sono convinto che prima o poi le cose andranno meglio. Sono abbastanza soddisfatto della macchina, molto contento della squadra, dei miei ingegneri, dei miei meccanici, e alla fine le cose cambieranno. Ne sono certo".

55 | CARLOS SAINZ

"La mia partenza è stata piuttosto buona, andando all'esterno e recuperando posizioni prima di affrontare curva 3, quando mi sono trovato vicino a Kimi. Quindi ero all'esterno di curva 6 e sono stato colpito, finendo quasi ruote all'aria. Ciò ha danneggiato la macchina, facendomi perdere molte posizioni e costringendomi a rientrare ai box. Ovviamente tutto ciò ha rovinato la nostra gara. Non ho avuto un gran ritmo di lì in avanti, a causa dei danni al fondo, ma il passo di Carlos sembrava molto buono. A parte quelli delle prime tre scuderie, sembrava essere il migliore di tutto il resto del gruppo. Quindi il potenziale nella macchina oggi c'era, ma il contatto all'inizio ha rovinato tutto. Ora pensiamo alla prossima gara".

ALFA ROMEO

7 | KIMI RAIKKONEN

"La macchina andava abbastanza bene oggi. Anche se siamo partiti dietro siamo riusciti lo stesso a portare a casa un po’ di punti. Alla fine ho accusato un calo di grip alle gomme anteriori, a causa di un calo di temperatura. Ed è un peccato perché sono stato costretto a rallentare. Dobbiamo continuare su questa strada, migliorarci e vedere cosa saremo in grado di fare a Baku".

99 | ANTONIO GIOVINAZZI

"E’ stato un fine settimana difficile per me. Abbiamo iniziato la gara dal fondo della griglia e abbiamo optato per una strategia diversa, cercando di guadagnare posizioni. Alla fine non ha funzionato bene come ci aspettavamo. Adesso voglio dimenticare tutto e pensare a Baku. Lì ho dei bei ricordi e sarà divertente correrci di nuovo. vediamo cosa riusciremo ad ottenere".

Condividi