F1 GP Canada, Qualifiche: Vettel conquista la pole position

17 anni dopo Schumi, la Ferrari torna in pole a Montreal. Hamilton solo 4°, davanti a Raikkonen
F1 | GP Canada, Qualifiche: Vettel conquista la pole position
di 09 giugno 2018, 23:13

Sarà Sebastian Vettel a partire in pole a Montreal. Il tedesco, alla 54.esima pole in carriera con il crono record di 1:10.764, riporta la Rossa davanti a tutti il sabato pomeriggio in Canada 17 anni dopo l'ultima volta, con Michael Schumacher. Delude Lewis Hamilton, stranamente falloso nei due tentativi veloci in Q3 e solo 4° alla fine (+0.232), preceduto dal team mate Valtteri Bottas (+0.093) e da Max Verstappen (+0.173). Non bene anche Kimi Raikkonen, che getta tutto al vento con un errore in apertura di tentativo decisivo, dovendosi accontentare della terza fila (5° a +0.331), subito avanti a Daniel Ricciardo (+0.352).

CRONACA

Q1 | Cominciano male le qualifiche per la Haas, con Grosjean subito out a causa di un palese guaio al motore, in fumo sin dall'uscita dal box. Dopo che Leclerc fa registrare il primo crono di un certo rilievo (1:14.543), sono i due ferraristi a togliersi più volte la prima posizione, conquistata infine da Vettel (1:11.710). Aspettano qualche minuto in più in Mercedes e Red Bull, faticando almeno in questa fase a replicare i tempi delle due SF71-H. Intanto Ericsson tocca violentemente il muro in uscita di curva 10, danneggiando l'anteriore destra ed alzando bandiera bianca. Gli ultimi minuti di sessione vedono le Williams e Gasly provare inutilmente ad evitare il taglio, mentre vanno sottolineati l'ottimo 8° tempo di Hartley e il 13° di Leclerc. Al quarto tentativo veloce, Hamilton si issa in 3° posizione (+0.125). Eliminati, dunque, oltre a Grosjean ed Ericsson, anche Gasly, Stroll e Sirotkin.

Q2 | C'è attesa per capire chi si lancerà in pista con le Ultrasoft, cercando di evitare di calzare le Hypersoft in partenza. Adottano questa strategia Ferrari e Mercedes, mentre in Red Bull optano per le pink. Vettel passa subito al comando (1:11.524), poco avanti a Raikkonen, mentre Hamilton, molto veloce nei primi due settori, sbaglia al tornantino e deve accodarsi. La vetta della classifica muta due volte in pochi istanti: prima è Bottas a passare in testa (1:11.514), poi tocca a Verstappen, con le Hypersoft (1:11.472). Ricciardo, non eccezionale nel primo tentativo, si riscatta quasi sulla bandiera scacchi, prendendosi la miglior prestazione in 1:11.434. Salutano la compagnia, invece, Magnussen, Hartley, Leclerc, Alonso e Vandoorne. Assolutamente non bene le due MCL33.

Q3 | All'atto conclusivo delle qualifiche canadesi troviamo cinque team, ovvero Mercedes, Ferrari, Red Bull, Force India e Renault. Hamilton, nonostante un giro non proprio perfetto, alza l'asticella (1:11.227); ma Bottas è on fire, e con un gran giro ottiene la pole provvisoria, sfondando il muro dell'1:10 (1:10.857). Ma dura poco, poiché è Vettel a batterlo (1:10.776), mentre Raikkonen s'infila tra le due W09. Le Red Bull hanno quasi lo stesso tempo nei primi due settori di Seb e Valtteri, ma pagano di motore nel T3, pur se Verstappen si piazza davanti a Hamilton, ad un solo millesimo da Raikkonen. C'è grande attesa per il secondo attacco al tempo. Non dice bene, però, né a Raikkonen, troppo largo in curva 2, né ai Mercedes, incapaci di migliorare. Ne approfittano Vettel, che abbassa ancora il suo best lap (1:10.764), e Verstappen, bravo ad infilarsi in 3° posizione. Migliora il tempo ma non la posizione Ricciardo, 6°. Piazzamenti speculari per Renault e Force India tra quarta e quinta fila, con Hulkenberg più veloce di Ocon, Sainz Jr. e Perez.

Seguono i tempi delle qualifiche.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.