F1 GP Canada, Qualifiche: le dichiarazioni di Mercedes, Ferrari e Red Bull

I piloti dei top team parlano a margine delle qualifiche di Montreal di 10 giugno 2018, 11:14 Condividi

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull dopo le Qualifiche del Gran Premio del Canada, settima prova del mondiale di F1 2018. Un sabato pomeriggio elettrizzante sul circuito Gilles Villeneuve di Montreal, che ha visto Sebastian Vettel conquistare la quarta pole in sette appuntamenti davanti a Bottas, Verstappen, Hamilton, Raikkonen e Ricciardo.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON


"Non sono molto fiducioso in vista della gara. Non penso sarà facile superare, poichè siamo tutti così vicini a livello di prestazioni che passare qualcuno in gara sarà praticamente una impresa. Non sono contento, ovviamente, della mia qualifica. Devo dare atto a Vettel di aver fatto un gran lavoro in Q3, tirando fuori un giro praticamente perfetto. Cosa che io non sono riuscito a fare. Quanto conta il motore vecchio con questo risultato? Assolutamente niente, è stata una giornata difficile in cui semplicemente non ho messo insieme il giro ideale. Sarà difficile vincere partendo dalla quarta posizione, ma nulla è impossibile e ci proveremo sicuramente".

77 | VALTTERI BOTTAS


"Sono contento del mio lavoro. Dando uno sguardo ai tempi è evidente come, alla fine, i distacchi siano stati minimi, anche se loro sono stati un po' più veloci di noi. In Q3, nel primo time attack, ho spinto al massimo, tirando fuori dalla monoposto tutto quello che c'era da tirare. Nel secondo tentativo, di solito, ci sono punti dove migliorare, ma del sottosterzo mi ha impedito di farlo. Comunque non abbiamo perso nessuna posizione e per me va bene così. Abbiamo provato per la prima volta le hypersoft e siamo riusciti a farle migliorare giro dopo giro, ottenendo nel Q3 un'ottima prestazione. Vediamo partendo con le ultrasoft cosa riusciremo a fare in gara".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL


"Sono molto contento delle qualifiche e del mio primo tentativo. Pensavo che nel T1 potessi fare un po' meglio, e nel secondo tentativo ho trovato qualcosa in più e dovevo ripetere solo quello fatto prima. Però ho faticato e perso del tempo. Quando sono passato sul traguardo non ero sicuro che sarebbe stato sufficiente. Quindi ho guardato negli schermi e ho tirato un gran sospiro di sollievo. Essere in pole qui, sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve, è un qualcosa di veramente speciale, significa tanto sia per me che per il team. Qui tutto è legato a Gilles e questa pole è un bel regalo per tutti i fan della Ferrari. Ultimamente, forse, siamo sembrati un po' meno forti, ma la prestazione non è mai mancata. La strategia? Per noi è stato chiaro da subito quale mescola usare ad inizio gara, e ci siamo subito orientati verso la ultrasoft".

7 | KIMI RAIKKONEN


"Non sono affatto contento. All'inizio del mio ultimo tentativo, percorrendo curva 2, ho avuto all'improvviso tanto sottosterzo, faticando a far girare la macchina. Non potevo fare altro che provare ad uscire il più veloce possibile dalla curva, ma ero fuori traiettoria e il mio tentativo si è chiuso lì. Peccato, anche perché fino a quel momento la macchina aveva funzionato benissimo. In gara sarà diverso, con una situazione complicata, visto che lì davanti partiremo non tutti con le stesse mescole. E' difficile prevedere cosa potrà succedere, ma noi siamo sicuri di aver fatto la scelta giusta".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO


"Ho dato tutto, in un weekend che finora non è stato dei più semplici. Ho pagato una differenza in rettilineo, soprattutto nel T3, dove ho perso almeno un paio di decimi i quali, essendo tutti così vicini, hanno fatto una bella differenza. Ma sono soddisfatto sia del lavoro svolto che della prestazione. In partenza, con le hypersoft, sarà fondamentale sfruttare il grip extra che avremo a disposizione rispetto agli altri. Abbiamo deciso di assumerci questo rischio, seppur calcolato, in base al fatto che la RB14 si adatta bene a questo tipo di mescola. Non sarà facile superare, ma nei primi tre giri dovremo andare all'attacco. Se poi riusciremo a completare almeno 20 giri con la hypersoft, potremo fare una sola sosta; altrimenti saranno due. Il mio obiettivo? Realisticamente penso al podio, anche se nel 2014, quando ottenni qui la mia prima vittoria, partivo proprio sesto".

33 | MAX VERSTAPPEN


"Questo terzo posto rappresenta il massimo possibile per noi oggi (ieri, ndr). Sapevamo che nella Q3 sarebbe stata un pochino più dura per noi, ma essere così vicini è positivo. In tutto il fine settimana siamo riusciti a essere molto competitivi, migliorando man mano, sessione dopo sessione. In qualifica la pista ha guadagnato parecchia aderenza e ci siamo dovuti adattare, ma sono molto contento per il risultato. Abbiamo il passo per essere molto competitivi e giocarci le nostre chance in gara. Devo assolutamente ringraziare il team per la gran macchina che mi ha messo a disposizione in questo weekend".

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.