F1 GP Brasile, gara: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull

Grazie ad Ocon, Hamilton si aggiudica la gara di Interlagos e la Mercedes il Costruttori
F1 | GP Brasile, gara: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull
di 12 novembre 2018, 00:58

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull, al termine del Gran Premio del Brasile, ventesima prova del mondiale di F1 2018. Al termine di una gara piena di colpi di scena e di polemiche, come se non ce ne fossero state abbastanza dopo le qualifiche, Lewis Hamilton ha vinto la gara e la Mercedes ha potuto festeggiare il quinto Titolo Costruttori consecutivi. Una gara sulla quale ha pesato la cappellata colossale di Esteban Ocon, che ha speronato e costretto al 2° posto Max Verstappen. Kimi Raikkonen completa il podio e salva l'onore di una Ferrari balbettante, tenendo dietro Daniel Ricciardo, Valtteri Bottas e uno spento Sebastian Vettel.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON


"E' davvero la storia in divenire per il team. Se dovessi fermarmi oggi con la Mercedes, mi ricorderei sempre di questo giorno e di esserne stato parte. E' fantastico, in una stagione davvero difficile e tutti in questa squadra hanno lottato duramente e siamo più uniti che mai. I ragazzi hanno continuato ad alzare il livello. Oggi (ieri ndr) è stata una gara complicata per me, ma volevo con tutto me stesso vincere e consegnare il titolo al team. Sono orgoglioso di farne parte e ringrazio di cuore tutti, qui in pista, in fabbrica e Petronas, per il duro lavoro svolto. Non vedo l'ora di tornare in fabbrica e sentire il boato di tutti; sarà pazzesco. Oggi (ieri ndr) non mi aspettavo una Red Bull così forte. Credevo avessero un ritmo al massimo pari al nostro; e invece erano un pò più veloci. Abbiamo faticato con le gomme nel primo stint, mentre loro le hanno gestite meglio. Nel secondo su Medium, invece, ho avuto un problema al motore e ho pensato solo a portare la macchina al traguardo. Il sorpasso di Max è stato duro da digerire; poi però ha avuto un problema ed improvvisamente sono tornato davanti. Non volevo farmi riprendere e ho spinto al massimo nel finale per agguantare la vittoria. Ora voglio sfruttare l'onda e vincere anche nell'ultima gara".

77 | VALTTERI BOTTAS


"Sono felice ed orgoglioso di far parte di questo team. Per il duro lavoro svolto sia qui in pista che nelle fabbriche di Brackley e di Brixworth, tutti meritano questo titolo. Di solito in pochi stanno sotto i riflettori, ma questo team ha tanti eroi nascosti. Grazie a tutti! Anche sotto un'immensa pressione abbiamo tenuto duro, ridotto al minimo gli errori e sviluppato al meglio la monoposto. La gara di oggi è stata un pò complicata. All'inizio tutto è andato come previsto, poi le cose si sono fatte più difficili. "Nel primo stint ho faticato nel gestire le gomme, che si surriscaldavano; nel secondo stint, invece, ho sofferto di blistering sulle medium, ragion per cui ci siamo dovuti fermare una seconda volta. Penso che oggi (ieri ndr) non abbiamo avuto il passo giusto ed è stata una gara leggermente più dura di quanto mi aspettassi. Prima del via ero un po 'più ottimista ma, nel complesso, è stata una grande giornata per Mercedes".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL


"Chiaramente non è stata per niente una gara facile e non posso essere contento di un 6° posto. Ho cercato di fare del mio meglio, ma la macchina era difficile da guidare e faticavo persino a tenerla dritta sui rettilinei. Comunque sono contento che Kimi sia salito sul podio, un buon risultato per noi, anche se non abbiamo vinto il Campionato Costruttori. Per noi non si è rivelato un vantaggio partire con le Soft, poiché le Supersoft sono durate molto più del previsto. La prima parte dello start è stata buona; decisamente meno la seconda parte, anche perché avevo davanti Lewis e non potevo andare da nessuna parte. Nella seconda parte della S do Senna non abbiamo avuto abbastanza grip, Lewis e Valtteri hanno lavorato bene assieme e non ho avuto chance. Lewis, quindi, ha frenato un pò prima, in modo da concedere l'esterno a Valtteri; poi, al 2° o 3° giro, ci ha passato anche Max, che era molto veloce. Il titolo Costruttori della Mercedes? Sono stati più forti e non possiamo fare altro che complimentarci".

7 | KIMI RAIKKONEN


"E' stata una gara emozionante. Siamo stati coinvolti in belle battaglie e la macchina è andata bene per tutta la gara. La velocità c'era e non abbiamo avuto problemi particolari. Il primo set di gomme ha funzionato bene, soprattutto all'inizio; poi però l'ho distrutto abbastanza cercando di superare la Mercedes di Bottas. La macchina ha continuato ad andar bene anche dopo il pit; sapevamo che potevamo passarli e ce l'abbiamo fatta. Per recuperare ancora, però, era un pò troppo tardi, avendo perso del tempo nella rimonta. Per quanto riguarda la strategia, abbiamo fatto ciò che pensavamo fosse meglio per noi. Possiamo sempre discutere di tante cose, ma oggi ne abbiamo tratto il massimo. Questo terzo posto non è il massimo, ma non credo avremmo potuto fare molto meglio, pur se non abbiamo commesso errori ed abbiamo lottato duramente. Per quanto riguarda il Campionato Costruttori, sapevamo che sarebbe stata un'impresa difficile; abbiamo fatto del nostro meglio, ma sfortunatamente non è bastato. Ha vinto la squadra migliore".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO


"Sono contento in generale della mia gara, meno per aver perso il podio. Ho raggiunto Kimi e vedevo il podio a portata di mano, ma non ce l'ho fatta. La strategia ha funzionato ancora una volta, per cui non possiamo criticare noi stessi. Mi sono divertito e ho vissuto belle battaglie, portando a casa sorpassi esaltanti come quello su Bottas. Avevo appena detto in radio che andavo ad attaccarlo, e l'ho fatto. Anche la battaglia con Sebastian è stata molto bella; forse ci siamo toccati un paio di volte, ma sempre con rispetto l'uno dell'altro. Abbiamo lottato altre volte io e lui, in qualche occasione al limite; ma siamo due piloti consapevoli di quali sono i limiti. Considero frustrante il fatto che, ogni volta che subiamo una penalità in griglia, sembriamo avere una macchina davvero veloce. Se fossimo partiti più avanti, credo che il podio sarebbe stato assolutamente alla portata. E' una constatazione dolce-amara, ma se si parte 11° non è che si può pretendere più di tanto. In ogni caso non ho rimpianti per questa gara, poiché sia io che il team abbiamo dato tutto. Adesso andremo ad Abu Dhabi e sono ottimista. E' un circuito che dovrebbe adattarsi meglio alla nostra macchina e forse lì potrò tornare a riassaporare lo champagne".

33 | MAX VERSTAPPEN


"Voglio ringraziare innanzitutto la squadra, poiché la macchina è stata fantastica per tutta la gara, anche alla fine con il fondo danneggiato. Il set-up, il bilanciamento e la strategia erano perfetti oggi (ieri ndr). Essere competitivi su una pista dove ci aspettavamo di faticare è davvero positivo e mi fa guardare con ottimismo ad Abu Dhabi. Ce ne andiamo da Interlagos con una 2° posizione che sarebbe potuta essere tranquillamente una vittoria; siamo andati oltre le aspettative. E' un vero peccato che la vittoria sia sfuggita per colpa dell'incidente con Ocon. Un doppiato può provare a sdoppiarsi, ma si è preso troppi rischi inutili, specialmente contro il leader della gara. Gli hanno dato una penalità per quanto ha combinato, e credo sia sufficiente. Alla fine della giornata, sono un sportivo passionale che vuole vincere. Questa situazione è assolutamente frustrante e mostra emozioni che si provano quando si gareggia al più alto livello. Ora dobbiamo prendere gli aspetti positivi dalla gara e dal resto del weekend, e portare lo slancio ad Abu Dhabi".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.