F1 GP Belgio, Gara: le dichiarazioni di Haas, McLaren e Sauber

Una Haas concreta porta entrambi i piloti a punti. Bene Ericsson. Che spavento per Alonso e Leclerc!
F1 | GP Belgio, Gara: le dichiarazioni di Haas, McLaren e Sauber
di 27 agosto 2018, 14:30

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Haas, Mclaren e Sauber, al termine del Gran Premio del Belgio, tredicesima prova del mondiale di F1 2018. Con solidità, la Haas piazza Romain Grosjean e Kevin Magnussen rispettivamente in 7° ed 8° posizione. La Sauber sorride con il punticino portato a casa da Marcus Ericsson, mentre Charles Leclerc se l'è vista davvero brutta, con la McLaren di Fernando Alonso piombatagli quasi sulla testa, con l'Halo che ha svolto un ruolo molto importante insieme al rollbar. Pochissima gloria per Stoffel Vandoorne, 15° ed ultimo.

HAAS

8 | ROMAIN GROSJEAN


"Questo risultato era quello che ci aspettavamo. Sapevamo che le Force India avevano lo stesso ritmo, se non un po’ più veloce, per cui era difficile stare con loro. Oltretutto erano anche molto veloci sui rettilinei. Sono abbastanza contendo di come è andata la gara e sono contento che anche Kevin fosse lì vicino. Abbiamo fatto il meglio che potevamo, e piazzare due vetture nei punti è estremamente positivo per il campionato Costruttori. Abbiamo preso molti punti, mentre altri se ne sono tornati con uno zero. Tutto ciò è molto positivo per l'obiettivo che vogliamo raggiungere".

20 | KEVIN MAGNUSSEN


"Una buona gara e un buon risultato. Ho perso molto tempo a causa di un pit-stop sfortunato. Anche con una sosta normale, però, non credo che avrei potuto lottare con le Force India. Probabilmente ci sarebbe stato solo uno scambio di posizioni tra me e Romain. Sono davvero felice per la squadra, e oggi possiamo essere soddisfatti del risultato. Prendere 10 punti in un giorno in cui la Renault è andata a secco, è decisamente importante per noi".

MCLAREN

2 | STOFFEL VANDOORNE


"Ad essere onesti è stata una gara abbastanza noiosa, trovandomi da solo in fondo al gruppo. Meno male che al primo giro nessuno si sia fatto male, e questa è la cosa più importante. Abbiamo provato a fare qualcosa di diverso con la strategia e così ci siamo fermati quando è entrata la Safety Car. Purtroppo però la mossa non ha portato i risultati sperati. Penso che in definitiva si sia trattato un po’ per tutti di una corsa con poche emozioni, dove non ci sono stati molti sorpassi e dove noi non abbiamo avuto situazioni da sfruttare. Qualunque cosa facessimo non andava bene e più o meno abbiamo confermato di non essere per niente competitivi".

14 | FERNANDO ALONSO


"L’importante è che nell'incidente sia andato tutto bene, in particolare per Leclerc, dato che gli sono passato sopra. Fortunatamente c’era l’Halo, che è una cosa positiva da avere montata sulla macchina. Questa è la parte buona della situazione, mentre quella negativa è non finire la prima curva. Una macchina è arrivata da dietro senza frenare, perdendo sicuramente il punto di frenata, giocando un po’ a bowling con tutti. Me n’ero reso conto prima del botto, guardando lo specchietto in frenata. Ho visto Hulkenberg con tutte le ruote bloccate che aveva perso già il punto di frenata ed ero pronto all’impatto. Un errore grave, nel 2012 lo avevano commesso anche altri avendo una squalifica a Monza. Vediamo cosa decidono gli steward".

SAUBER

9 | MARCUS ERICSSON


"E' stata una gara abbastanza positiva. Ho avuto una buona partenza, restando fuori dai guai e prendendo le decisioni giuste. Nel corso della gara ho avuto anche dei duelli interessanti. La macchina è stata competitiva ed è bello tornare a casa con un punto. Il team ha svolto un ottimo lavoro e siamo fiduciosi nell'avvicinarci alla prossima gara, che sarà Monza, la corsa di casa di Alfa Romeo. Sarà emozionante vedere tutti i fan, e non vedo l'ora di correre di nuovo".

16 | CHARLES LECLERC


"E' stato davvero deludente concludere così la gara. Subito dopo la partenza, sono stato coinvolto in un incidente tra altri due piloti e ho dovuto ritirarmi. Non vedo l'ora che arrivi il prossimo weekend di gara a Monza. Sarà importante per noi, in particolare per il nostro Title Sponsor, Alfa Romeo, un marchio italiano così iconico. Faremo del nostro meglio per ottenere un buon risultato nel Gran Premio d'Italia".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.