F1 GP Belgio, Gara: le dichiarazioni di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso

Si conferma la Force India. Toro Rosso a punti con Gasly. Male Renault e Williams
F1 | GP Belgio, Gara: le dichiarazioni di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso
di 27 agosto 2018, 13:30

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso al termine del Gran Premio del Belgio, tredicesima prova del mondiale di F1 2018. La nuova Force India, dopo la clamorosa seconda fila delle qualifiche, festeggia con il 5° posto di Sergio Perez ed il 6° di Esteban Ocon. Sorride la Toro Rosso, grazie al 9° posto di Pierre Gasly. Nulla da fare per Williams e Renault, con Nico Hulkenberg a causare la tremenda carambola in partenza, pagandola con 10 posizioni di penalità in griglia a Monza.

FORCE INDIA

11 | SERGIO PEREZ


"Questa gara rappresenta per noi l’avvio di una nuova era. Credo che avremo molti successi e sono contento dei progressi che stiamo facendo, delle cose che sono in cantiere. È davvero un ottimo momento. Bottas? Ho provato a tenerlo dietro, spingendo ogni metro della pista; ma ero troppo al limite. Avevo un grande vantaggio, ma è anche vero che la Mercedes era troppo più veloce di noi. Comunque abbiamo chiuso nella posizione che meritavamo, siamo stati i migliori degli altri e, con entrambe le macchine, abbiamo portato a casa tanti punti per il team. Il mio futuro? Sono tranquillo, so cosa sto costruendo per il prossimo anno e, anche se ancora non posso comunicarlo, conosco già i miei programmi per il 2019".

31 | ESTEBAN OCON


"È stata una partenza emozionante. Ci ho provato su Vettel, affrontando bene curva-1. Sul rettilineo del Kemmel, però, mi è mancato giusto un metro per passare al comando della gara. Ho frenato, sono andato dietro e ho perso anche la posizione su Perez. Ciò detto, è stato un grandissimo weekend e spero che anche i prossimi siano così positivi. Non potevo fare meglio del 6° posto e, purtroppo, con Verstappen e Bottas c'è stato ben poco da fare. Il risultato, comunque, è decisamente positivo per il team e credo che anche a Monza potremo fare bene. Il mio futuro? Non sono preoccupato anzi, sono calmo".

WILLIAMS

18 | LANCE STROLL


"Ho avvertito un feeling migliore in pista rispetto alle gare precedenti, e questo è molto positivo. La Renault è stata più veloce di noi, ma non troppo. Hanno avuto un pò più di ritmo rispetto a noi, e questo ha fatto la differenza. All'inizio, Sainz aveva le Medium, mentre noi montavamo la Soft. Nella seconda parte, quando lui ha montato le Supersoft, gli è stato facile superarci".

35 | SERGEY SIROTKIN


"Ad essere onesti, è stata una gara ragionevole. Il nostro passo è stato più vicino rispetto ai nostri concorrenti e, nel primo stint, abbiamo combattuto per i punti con una Sauber, facendo anche discretamente bene. E' stato bello assaporare la zona punti, ma poi ci siamo persi. In generale, comunque, credo che abbiamo avuto un buon passo rispetto a quanto visto prima di Spa. Dopo il pit, sono stato sfortunato nel beccare una Toro Rosso in un punto non favorevole della pista, e questo ci è costato la posizione su Sainz. In caso contrario, potevamo tenerlo dietro e rendere migliore la nostra gara. L'aspetto positivo è che ce ne andiamo con un bel pò di buoni spunti per il futuro".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG


"Non ho assolutamente avuto problemi ai freni. Nel primo giro queste macchine sono molto sensibili a livello di aerodinamica e, se ci sono macchine che si ammucchiano davanti a te, perdi molto grip. Quando ho frenato, c’è stato un istantaneo bloccaggio della ruota anteriore e sono piombato addosso agli altri. Ho sbagliato io, si è trattato di un mio errore di valutazione. Ho frenato troppo tardi e troppo aggressivo. Ovviamente è frustrante per Alonso, per Charles e anche per me. Sicuramente sia Fernando che Charles si sono dovuti ritirare, e oltretutto hanno anche rischiato un pò. Non sono contento di quel che è successo".

55 | CARLOS SAINZ JR.


"Il risultato non mi soddisfa per niente. La vettura è instabile, aggredisce le ruote posteriori ed in un circuito a basso carico si soffre di più. Ho cercato di rimontare con le gomme medie, ma non hanno mai funzionato a dovere. Perdevo molto nel secondo settore, con la vettura che si è mostrata carente in tutto, in particolare nelle curve medio-veloci. Le altre squadre hanno più carico aerodinamico, e di conseguenza le loro monoposto hanno maggiore stabilità. Per quanto riguarda il motore, dobbiamo sperare in circuiti migliori di questo".

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY


"Sono davvero felice di essere andato a punti oggi! Ci aspettavamo un fine settimana difficile su una pista come questa, quindi conquistare due punti è un risultato positivo. La gara per me è stata piuttosto tranquilla: sono partito in decima posizione e ho superato Daniel e Kimi all'interno di curva 1, salendo così in ottava posizione. Qualche giro dopo, Valtteri mi ha passato ma sapevamo che non c'era molto che potessimo fare, quindi ho semplicemente spinto più che potevo. Alla fine abbiamo chiuso in nona posizione, un risultato soddisfacente. La vettura si è comportata bene per tutto il fine settimana e anche la Honda ha fatto davvero un buon lavoro, abbiamo sfruttato al meglio il nostro pacchetto. Cercheremo di ripeterci a Monza tra qualche giorno, su un altro tracciato che sulla carta non è adatto alle caratteristiche della nostra macchina. Ma è la nostra gara di casa e io farò del mio meglio per ottenere il miglior risultato possibile".

28 | BRENDON HARTLEY


"Non sono soddisfatto per come è andata la gara di oggi. Ho avuto un paio di bei duelli in pista, ma non è stato facile. In partenza ero alle spalle di Daniel all'uscita di curva 1, poi lui ha avuto un contatto con Kimi e ha perso la sua ala. Io sono rimasto bloccato e poi superato prima dell'Eau Rouge da una Williams e da una Sauber, ho perso posizioni nella mischia e a quel punto la mia gara non sembrava più così buona. Abbiamo allungato il primo stint per aiutare l'altra vettura a lottare per i punti, perché per me erano fuori portata. Abbiamo optato per una strategia differente rispetto a Pierre e sono partito con le mescole più dure, che sapevamo avrebbero reso la prima curva più difficile, ma aveva senso diversificare le strategie. Sono contento di voltare subito pagina con la prossima gara a Monza".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.