F1 GP Belgio, Gara: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull

Le parole ai big dopo la vittoria Ferrari a Spa
F1 | GP Belgio, Gara: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull
di 27 agosto 2018, 12:30

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull dopo il Gran Premio del Belgio 2018, che ha visto Sebastian Vettel vincere davanti a Lewis Hamilton e Max Verstappen. Gara positiva per le prime guide, difficile per le seconde con i primi sul podio, Raikkonen e Ricciardo ritirati e Bottas costretto ad una rimonta dal fondo.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

"Oggi abbiamo dato tutto ma la Ferrari ha fatto semplicemente meglio di noi, era difficile replicare i loro tempi. Credo di aver perso la gara al primo giro ed al restart dopo la Safety Car. Dopo quello la gara è stata persa. Loro erano più veloci sul dritto e non c'era niente che potessimo fare. Siamo arrivati qui con un aggiornamento, ma sfortunatamente la Ferrari è stata capace di raggiungerci ed essere più veloce. Dobbiamo trovare più performance e migliorare nelle aree dove sono più forti di noi. La battaglia continua e per lo sport questo è sicuramente emozionante. Continueremo a spingere."

77 | VALTTERI BOTTAS

"Questo pomeriggio è stato veramente strano - perché abbiamo avuto un approccio senza curarci del risultato finale, dato che sarei partito dal fondo in ogni caso. Tuttavia, abbiamo cambiato approccio poco prima delle qualifiche, ma non ha aiutato Lewis più di tanto. Comunque sia, non ha intaccato i nostri piani, perché ci siamo qualificati con le Soft con cui pensavamo di partire domani. Questa pista dà la possibilità di sorpassare e abbiamo una buona macchina qui, quindi non vedo l'ora di divertirmi".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

"Sono molto contento perché abbiamo disputato una gara stupenda, la nostra macchina ha dimostrato di essere forte su tutti i tipi di pista e in questo weekend abbiamo avuto un po’ di potenza in più dal nuovo motore, che penso ci abbia aiutato nei rettilinei. Al via ho cercato di stare vicino a Lewis, uscendo bene dalla prima curva per prendere una buona scia e sorpassare. Alla ripartenza dopo la safety car la situazione si è ripetuta al contrario, quindi ho badato a uscire bene dalla curva per rimanere in testa. Nella prima fase di gara i tempi erano molto vicini, tra di noi c’erano solo un paio di secondi: ma i ragazzi hanno fatto un grande cambio gomme, non riuscivo a credere che il semaforo fosse già verde! Questo ha tolto ogni possibilità ai nostri avversari, dopo la sosta ai box ognuno ha soprattutto amministrato la meccanica e le gomme. E’ una grande vittoria per tutto il team e spero che a Monza sarà lo stesso, ma dobbiamo continuare a lottare per essere sempre al vertice."

7 | KIMI RAIKKONEN

"”Non so cosa sia successo alla partenza; l’unica cosa che so è che qualcuno mi ha colpito da dietro e subito dopo ho avuto una foratura. Il fondo e la paratia dell’ala posteriore dela mia macchina erano gravemente danneggiati e a quel punto non riuscivo più ad andare forte. Il DRS rimaneva sempre aperto, era difficile rimanere in pista. Era inutile continuare, il danno era troppo grande, così abbiamo deciso di rientrare al box".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO

"Non so esattamente cosa sia successo al via ma ho sentito un colpo, ricordo di aver sbandato ed un secondo dopo ho colpito il retro di Kimi. È stato un classico incidente da prima curva e mi scuso con Kimi se il suo ritiro è dovuto a me, ma sono sicuro che tutto è partito alle mie spalle ed è stata giusto una catena di eventi. È stato un grosso incidente per una curva così lenta e credo Hulkenberg abbia colpito Alonso da quello che ho sentito. La mia ala dietro è stata strappata via ed i meccanici hanno tentato di rimandarmi in pista con una nuova prima di essere doppiato. Non ci siamo riusciti ma hanno fatto il possibile. Siamo rimasti fuori nella speranza di una Safety Car per tornare nel giro del leader, ma non potevamo giusto aspettare fino alla fine, quindi ci siamo ritirati a 14 giri dalla fine per salvare chilometri alla Power Unit ed al cambio. Oltre ai danni all'ala posteriore ce n'erano altri che sono stati riparati in fretta, abbiamo passato un paio di macchine ma non eravamo veloci e stavamo giusto girando in pista. Ci riproveremo in Italia".

33 | MAX VERSTAPPEN

"Dopo un po' di sfortuna qui a Spa nel passato sono felice di andare via con un podio. C'è stato un po' di caos nel primo giro da cui restare lontani ma ci siamo riusciti e alla fine abbiamo avuto un buon passo. Dall'incidente in poi ho passato Grosjean dopo il Raidillon e mi sono concentrato sulle Force India. Sapevo che sarebbe servito essere paziente ed alla fine sono stato abbastanza vicino. Sono rimasto sorpreso da quanto andavano veloci, credevo di poterli raggiungere facilmente con il DRS ed invece erano forti. Questo ha reso più divertenti le fasi di sorpasso. Dopo mi sono trovato da solo, ho potuto spingere ed imparare qualcosa sulla macchina ma alla fine per me non c'è stato molto altro. Seb e Lewis erano ancora una volta troppo veloci per noi, ma come bilanciamento la macchina è sembrava davvero a posto. È sempre bello andare sul podio ma qui a Spa con così tanti tifosi olandesi è davvero speciale. Monza non dovrebbe favorirci ma come abbiamo visto può accadere di tutto. Faremo del nostro meglio per essere pronti a sfruttare qualsiasi occasione".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.