F1 GP Bahrain: Vettel trionfa con la Ferrari a Sakhir!

Hamilton non riesce a riagguantare il tedesco, 3° Bottas. Raikkonen 4°. di 16 aprile 2017, 18:46 Condividi
F1 | GP Bahrain: Vettel trionfa con la Ferrari a Sakhir!

Sebastian Vettel conquista di forza il Gran Premio del Bahrain e fa il più bel regalo di Pasqua ai tifosi della Ferrari. Il tedesco precede sul podio Lewis Hamilton e il poleman Valtteri Bottas. Quarto sul traguardo Kimi Raikkonen con l'altra Ferrari. Il tedesco si porta in testa al mondiale con 68 punti davanti ad Hamilton con 61.

La Cronaca.

Continua la maledizione Mclaren con la monoposto di Vandoorne che viene riportata ai box prima del giro di ricognizione. Niente GP del Bahrain per lui.

Ottima partenza di Bottas che mantiene la prima posizione. Vettel agguanta la seconda su Hamilton con Raikkonen che viene superato anche da Verstappen e Massa rimanendo in settima posizione. 

Il DRS viene attivato al terzo giro e Vettel si avvicina subito su Bottas a metà giro. La Ferrari è ottima nel secondo settore, quello misto. 

6° giro: Vettel tallona Bottas sotto il mezzo secondo, con Hamilton subito dietro il duo di testa. Le Red Bull sono leggermente staccate con Massa che tiene dietro Raikkonen.

Il finlandese si libera del brasiliano all'inizio dell'ottavo passaggio. La Red Bull torna su con Verstappen che si fa vedere negli specchietti di Hamilton. Intanto Raikkonen inizia a guadagnare sul quintetto di testa. Ritiro per Magnussen con la Haas, con Stroll che si è già fermato per la sua prima sosta.

11° giro: la Ferrari tenta l'undercut con Sebastian Vettel, che rientra ai box per montare le supersoft. Max Verstappen rientra a sua volta: stessa scelta. L'olandese riesce a compiere un giro e poi perde i freni andando lungo in curva 4, dovendosi ritirare. 

13° giro, Vettel vola dopo la sosta. Nel frattempo Stroll rimane fermo in curva 1 dopo esser centrato da Sainz, necessitando l'ingresso della Safety Car. Rientrano ai box Bottas, Hamilton e Ricciardo. Il finlandese ha problemi durante la sosta (nella quale monta gomme supersoft) e Lewis, rallentato a sua volta (soft per l'inglese) permette alla Red Bull di sopravanzarlo. In uscita dai box tutti e tre si trovano dietro Sebastian Vettel che guadagna la testa della corsa. I commissari notano, intanto, un rallentamento di Hamilton ai danni di Ricciardo all'ingresso della corsia box. 

La Safety car rientra all'inizio del 17° giro. Si riparte con le Mercedes che si lanciano su Ferrari e Red Bull. Hamilton passa Ricciardo, Bottas ci prova con Vettel ma la Ferrari resiste. Ricciardo, invece, perde posizione anche su Massa e Raikkonen. 

19° giro, Vettel esce dalla zona DRS di Bottas, con Hamilton che resta dietro il compagno e Felipe Massa ottimo quarto. 

21° giro: arriva la comunicazione di 5 secondi di penalità per Hamilton, per aver rallentato Ricciardo all'ingresso della corsia box. Nel frattempo viene inizialmente chiesto a Bottas di far passare il compagno, ordine che poi rientra poco dopo. 

24° giro: Raikkonen supera Massa in fondo al rettilineo per la quarta posizione, mentre Vettel ha messo ormai 4 secondi su Bottas e oltre 5 su Hamilton. I secondi salgono a 5.7 al 26° giro con Hamilton sopra i 6. Raikkonen è a 13 secondi. All'inizio del 27° giro Bottas lascia strada al compagno di team.

Si arriva a metà gara con Vettel primo con 6 secondi su Hamilton (11 virtuali), 9.5 su Bottas e 15 su Raikkonen. Il tedesco dovrà ancora fermarsi come Raikkonen e Bottas per montare gomme Soft, mentre Hamilton è già sulle gialle. Il finlandese della Mercedes si ferma al 31° giro per il suo ultimo pit, ora sta quindi alla Ferrari decidere come reagire. 

33° giro: Vettel torna ai box per la sosta finale, uscendo alle spalle di Raikkonen momentaneamente in seconda posizione. Ora Hamilton comanda con 14 secondi su Raikkonen e 17 su Vettel, dai quali dovrà toglierne 5 di penalità. Ora resta da capire se Lewis potrà andare in fondo con delle Soft già usate da 21 giri: ne mancano 22. 

36° giro: Vettel passa Raikkonen e si porta in seconda posizione. Si profila una gara di ritmo: Il tedesco deve arrivare a meno di cinque secondi da Hamilton per vincere la corsa, ed è a 14.2 con oltre 2.5 guadagnati negli ultimi due giri.

38° giro: Raikkonen rientra ai box per la sua ultima sosta, dopo essersi lamentato di diversi problemi alla sua monoposto lato elettrico. Vettel è sceso a 13.1 da Hamilton. Nel frattempo Bottas si è riportato in terza posizione. 

40° giro: al ritmo di un secondo al giro, la Ferrari recupera sulla Mercedes. Ricciardo rientra ai box per montare supersoft. In Mercedes si attende il pitstop di Hamilton, che quindi si fermerà ancora una volta. La sosta dell'inglese arriva al 42° giro. Si attendono i 5 secondi di penalità e si rimontano gomme soft sulla Mercedes. Vettel è di nuovo in testa.

43° giro: la situazione è delineata con Vettel che comanda il gruppo con 9.5 su Bottas e 19 secondi su Hamilton. Raikkonen è quarto a 26 secondi davanti a Ricciardo e Massa.  La top ten è completata da Perez, Grosjean, Hulkenberg e Ocon. 11° ottimo Wehrlein davanti ad Alonso, Kvyat, Ericsson e Palmer. 

45° giro: Hamilton vola per recuperare Bottas e riprendersi almeno la seconda posizione, mentre la prima di Vettel è al momento sicura, con il tedesco che porta il suo vantaggio a 11 secondi. 

47° giro: Hamilton sfila facilmente Bottas per la seconda posizione e si lancia all'inseguimento di Vettel. Il tedesco ha davanti alcuni doppiati che potrebbero dar fastidio. 

50° giro: Hamilton passa con 10.2 di ritardo da Vettel, continua ad avvicinarsi.

52° giro: Ericsson si ferma con la Sauber: problemi al cambio per lui, che lascia però la monoposto in posizione pericolosa. Vettel ora ha davanti tre monoposto da doppiare. Hamilton è a 8 secondi. 

54° giro: con i doppiati superati ed ora davanti a Hamilton, Vettel ha 6.7 di vantaggio. Raikkonen, intanto, recupera su Bottas ma la terza posizione è lontana 5.8 secondi.

55° giro: Alonso rallenta ancora una volta dopo una gara da leone e si deve ritirare. Hamilton desiste e perde 6 decimi da Vettel.

La gara termina così, con Vettel che vince davanti a Hamilton, Bottas e Raikkonen. Daniel Ricciardo porta la Red Bull al quinto posto davanti ad un buon Felipe Massa, sesto con la Williams.

La Force India recupera dopo una cattiva qualifica con Sergio Perez 7° davanti a Romain Grosjean, ottimo 8° con la Haas, Nico Hulkenberg con la Renault ed Esteban Ocon decimo ed ancora a punti con la Force India.

Segue il risutato di gara.