F1 GP Bahrain, qualifiche: doppietta Ferrari Vettel - Raikkonen! Hamilton partirà 9°

All'ultimo giro il tedesco sopravanza il finlandese. 3° Bottas, incredibile Gasly 5° con la Toro Rosso di 07 aprile 2018, 18:27 Condividi
F1 | GP Bahrain, qualifiche: doppietta Ferrari Vettel - Raikkonen! Hamilton partirà 9°

È una notte fantastica quella del Bahrain per la Ferrari, che porta a casa una bellissima doppietta in qualifica con Sebastian Vettel che precede Kimi Raikkonen. Il tedesco, alla sua 51a pole in carriera, piazza il colpo finale all'ultimo giro disponibile in Q3, superando il compagno di squadra di 143 millesimi e facendo segnare il nuovo record della pista. Vettel è l'unico pilota a scendere sotto il minuto e 28 con il tempo di 1:27.958. Terzo posto per Valtteri Bottas a 166 millesimi e quarto per Lewis Hamilton. L'inglese, a causa della penalità per la sostituzione del cambio, partirà però nono ma con gomme soft, usate per effettuare il tempo in Q2. Incredibile il sesto posto di Pierre Gasly con la Toro Rosso. Il francese, grazie alla penalità di Hamilton, partirà addirittura dalla quinta piazza. Male le Mclaren, eliminate in Q2 e miracolate in Q1; malissimo le Williams, terzultima ed ultima in classifica con Sirotkin e Stroll.

CRONACA

Q1 | Le Alfa Romeo-Sauber di Ericsson e Leclerc sono le prime monoposto a scendere in pista in queste qualifiche, seguite dalla Toro Rosso di Hartley. Il monegasco si mette in testa con due decimi sul più esperto compagno, mentre il neozelandese si produce in diverse uscite oltre la riga bianca durante il suo giro. Le Haas si portano in fretta in testa con Magnussen davanti a Grosjean, ma sono in pista anche le Ferrari e con gomme soft. Kimi Raikkonen replica il tempo delle FP3 scendendo di poco sotto il minuto e 30 con 1:29.951. Sebastian Vettel resta ancora dietro il compagno, di un solo decimo. Valtteri Bottas si porta in terza posizione seguito da Lewis Hamilton, che viene successivamente superato da Max Verstappen. Ricciardo completa la top six, con i primi tre su gomme soft e gli altri su supersoft. A cinque minuti dalla fine della sessione Max Verstappen va a sbattere in uscita da curva due, perdendo la monoposto in accelerazione così come successo ad Ericsson durante le prove libere di ieri.

Nel frattempo si viene a sapere che sulla Ferrari di Vettel è stata montata la seconda centralina elettronica dopo i problemi riscontrati in FP3. Trattandosi della seconda unità su due a disposizione per tutto l'anno, la Rossa con la monoposto del tedesco è già al limite prima di ricevere una penalità.

Si riparte con cinque minuti da sfruttare: vanno in pista i piloti dalla settima posizione in poi per un ultimo tentativo. Restano esclusi dalla Q1 Ericsson, Sirotkin, Leclerc, Stroll e Grosjean. Il francese della Haas è particolarmente sfortunato, perché realizza al millesimo lo stesso tempo di Fernando Alonso ma dopo lo spagnolo, che si prende quindi sul filo l'ultima posizione disponibile per passare in Q2. Da notare Gasly nono con la Toro Rosso. 

Q2 | Si parte con tutte le monoposto in pista con gomme supersoft esclusa la Mercedes di Lewis Hamilton, che esce con gomme soft. Le Ferrari si piazzano subito in testa con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Il tedesco gira in 1:28.341 con il finlandese a 174 millesimi. Ciò che impressiona però è l'inglese della Mercedes che, con gomma soft, si mette a 117 millesimi da Vettel in seconda posizione. Daniel Ricciardo, quarto, precede Valtteri Bottas, con entrambi a 6 decimi da Vettel. Benissimo Gasly, sesto con la Toro Rosso davanti a Hulkenberg, Magnussen, Sainz e le due Force India. A rischiare l'esclusione sono comunque tutti i piloti dalla sesta posizione in poi, che escono a tre minuti dal termine per effettuare un ultimo giro veloce. Restano esclusi Hartley (Toro Rosso), Perez (Force India), Alonso e Vandoorne (Mclaren) e ovviamente Verstappen che non ha girato. Vanno in Q3 Hulkenberg, Magnussen, Sainz, Gasly ed Ocon. 

Q3 | Il primo tempo è quello di Carlos Sainz che ferma il cronometro sull'1.30.641, ma impressiona Pierre Gasly che leva due decimi e mezzo al tempo dello spagnolo. I tempi buoni arrivano in fretta però: Sebastian Vettel va in testa con 1:28.196 pur uscendo largo all'ultima curva. Kimi Raikkonen però rispetta l'andamento del weekend e si porta in testa con 93 millesimi di vantaggio sul tedesco. Le Mercedes sono subito dietro: Hamilton è terzo a 119, Bottas quarto a 215. Ricciardo, quinto a tre decimi, precede Gasly e Sainz con Ocon, Hulkenberg e Magnussen che non hanno ancora girato. A tre minuti e mezzo dal termine escono in coppia le due Renault per il loro giro finale, seguite dalle altre vetture. Bottas si ferma a 23 millesimi da Raikkonen, Hamiton non migliora, Kimi Raikkonen nemmeno ed è Sebastian Vettel a piazzare il colpo letale: il tedesco scende sotto il minuto e 28 con 1:27.958 e conquista la sua pole numero 51 in carriera. La Ferrari completa la prima fila con Raikkonen e lascia Valtteri Bottas e Daniel Ricciardo in seconda. Lewis Hamilton, quarto, partirà nono per via della penalità dovuta alla sostituzione del cambio. Terza fila con Pierre Gasly che porta incredibilmente la Toro Rosso al quinto posto e Kevin Magnussen con la Haas. Quarta fila per Nico Hulkenberg con la Renault ed Esteban Ocon con la Force India. Quinta fila, come anticipato, con Lewis Hamilton e l'altra Renault di Carlos Sainz.

Seguono i tempi delle qualifiche.

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.