F1 | GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull

F1
GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull

Grande occasione sprecata per Leclerc di 27 Aprile 2019, 21:45

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull dopo le qualifiche del Gran Premio dell'Azerbaijan.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

F1 | GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull 1

"Non pensavamo che saremmo stati abbastanza veloci da poter ottenere la prima fila qua, Charles in particolare è stato molto forte per tutto il weekend. Abbiamo apportato miglioramenti e pensavamo di arrivare entro uno, due decimi di distacco, ma non di farcela. Sono davvero orgoglioso di tutti, questa è stata una delle sessioni di qualifica tra le più difficili e impegnative della stagione, ma mi piace davvero la sfida. Ero molto vicino alla pole oggi, il mio primo giro in Q3 è stato abbastanza buono, ma al mio secondo giro ho perso tre decimi nelle prime due curve, alla fine non è stato abbastanza per la pole, quindi sono contento per un aspetto, ma d'altra parte sono deluso perché avrei potuto ottenere la pole. Proverò a fare la differenza domani - la partenza sarà importante, il nostro passo gara è sembrato buono, ma di solito ci sono molte Safety Car, quindi ci sono molte possibilità in gara".

77 | VALTTERI BOTTAS

F1 | GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull 2

"Questa pole è davvero bella, l'intera squadra ha fatto un ottimo lavoro oggi. Abbiamo visto nelle prime qualifiche che le Ferrari erano molto veloci, come lo sono state per tutto il weekend, ma quando siamo arrivati alla Q3 siamo riusciti a estrarre il massimo dalla nostra macchina e dalle gomme: mentre la pista si stava evolvendo e si raffreddava, la nostra macchina si stava comportando sempre meglio, quindi è stato bello che tutto sia andato bene quando contava. Come abbiamo visto in passato, tutto può accadere intorno a questa pista, quindi stare fuori dai guai sarà importante. Il passo gara sarà cruciale così come è relativamente facile sorpassare su questa pista, penso che sarà una gara entusiasmante domani. Ho un po' di affari in sospeso qui a Baku dall'anno scorso, quindi darò il meglio".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

F1 | GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull 3

“È stata difficile. Quando la temperatura della pista è calata, il bilanciamento della vettura è cambiato e far lavorare le gomme per quell’unico giro lanciato, soprattutto dopo il lungo rettilineo prima di iniziare il giro, non è stato banale. Il tempo scorreva e tutti cercavano la posizione ideale per farsi trainare nell’ultimo settore. Così mi sono trovato a dover decidere se dare priorità alle mie gomme o alla potenziale scia datami dalle altre vetture. Rischiavo di compromettere il mio giro di uscita e non ero sicuro di potermelo permettere, così ho preferito privilegiare la chance con pista libera. Il primo run della Q3 è andato bene, ma nel secondo non ho avuto nessuno che mi desse la scia, quindi mi sono concentrato sul mio giro e così ho perso parecchio, circa quattro decimi, rispetto al giro precedente. Ma questo fa parte del gioco su questo tracciato. Nel complesso è stata una sessione difficile. Ho visto Charles nelle barriere e ho capito che per lui le qualifiche erano finite. È stato un peccato perdere una delle nostre macchine. Alla fine, siamo una squadra e tutti stanno lavorando sodo, indipendentemente dal lato del box. Ad ogni modo, dobbiamo girare la pagina visto che domani è un nuovo giorno ed è una gara lunga dove può succedere di tutto, come squadra possiamo recuperare e mettere sotto pressione i nostri rivali. In generale, sento di avere una macchina forte, quindi possiamo andare bene, vediamo di divertirci un po'”.

16 | CHARLES LECLERC

F1 | GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull 4

“Sono ovviamente molto arrabbiato con me stesso. Il nostro passo è stato buono fin dall’inizio del weekend e mi aspettavo ben altro risultato in qualifica. Il mio primo giro in Q2 era stato ottimo considerato che montavo la gomma media, poi però ho commesso un errore nel secondo tentativo e mi sono dovuto fermare. Oggi non sono stato all’altezza della situazione, il team e le persone che ci supportano avrebbero meritato molto di più. La giornata in cui si decide tutto però è domani, quindi continuo a pensare positivo: ho intenzione di spingere al massimo per ottenere il miglior risultato possibile in gara”.

a

RED BULL

10 | PIERRE GASLY

F1 | GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull 5

"E' stato bello terminare la Q1 in P1, ma sapendo che domani partiremo dalla corsia dei box, la cosa più importante è stata solo quella di avere un'idea dell'auto con poco carburante. Mi sentivo davvero bene ed è probabilmente la prima volta quest'anno che mi sento così bene in macchina, quindi sono davvero felice. Penso che stiamo andando nella giusta direzione e nel complesso è stata una sessione di qualifiche positiva. Non ci aspettavamo quel tipo di ritmo, siamo andati in modalità gara per risparmiare un po' di chilometraggio del motore e alla fine le prestazioni sono state buone. Penso che abbiamo una buona macchina qui e speravo che Max ottenesse un buon risultato nel Q3. Questa pista è pazzesca, con tutte le cose che possono accadere, correrò fino all'ultimo giro. Abbiamo una macchina abbastanza buona per recuperare e andare a punti domani".

33 | MAX VERSTAPPEN

F1 | GP Azerbaijan 2019, qualifiche: Mercedes, Ferrari, Red Bull 6

"Siamo rimasti positivamente sorpresi di essere così competitivi in qualifica e la seconda fila in griglia non è male. Tutto andava abbastanza bene, ma nella terza eliminatoria avevamo una strategia diversa, perché avevo solo un set di gomme e non avevo nessuna scia da sfruttare. Ho spinto tutto quello che potevo nel mio ultimo giro ed è stato abbastanza buono. Penso che avremmo potuto lottare per la pole se fossimo stati in quel treno di macchine, ma almeno sappiamo che la macchina sta funzionando bene. È sempre un Gran Premio pazzo qui e sicuramente la gara non sarà vinta alla Curva 1".


Condividi