F1 GP Australia: Sebastian Vettel vince di strategia (e fortuna) su Hamilton e Raikkonen!

Il tedesco approfitta della Virtual Safety Car e si porta in testa sull'inglese, che non riesce a replicare
F1 | GP Australia: Sebastian Vettel vince di strategia (e fortuna) su Hamilton e Raikkonen!
di 25 marzo 2018, 09:00

Sebastian Vettel inizia il mondiale come nel 2017, vincendo il Gran Premio d'Australia che apre il 2018. Il tedesco della Ferrari restituisce la sfortuna del GP della Cina 2017 e sotto Virtual Safety Car strappa la prima posizione a Lewis Hamilton, al comando dall'inizio della corsa. Sul podio con Vettel vanno lo stesso Hamilton e Kimi Raikkonen. Quarto Ricciardo, ottimo quinto Fernando Alonso con la Mclaren motorizzata Renault. Incredibile doppio ritiro delle Haas a pochi minuti di distanza una dall'altra per colpa delle soste ai box, quando erano in quarta e quinta posizione. Come un anno fa, Vettel parte in testa al campionato.

CRONACA

Partenza: ottimo spunto dei primi tre con Raikkonen che tenta senza successo l'attacco a Hamilton, ma ancora meglio quello di Kevin Magnussen che si ritrova quarto. Verstappen è quinto davanti a Grosjean, Hulkenberg e Ricciardo.

Giro 3: Verstappen si fa minaccioso alle spalle di Magnussen. L'olandese è su gomme supersoft ma sembra più veloce della Haas del danese.

Giro 5: ottimo sorpasso di Ricciardo su Hulkenberg grazie all'uso del DRS.
Giro 6: Hamilton allunga su Raikkonen e si porta a 1.9 di vantaggio. Intanto Sirotkin si ferma con la Williams e Verstappen parla con i box segnalando problemi di ricarica della batteria.

Giro 7: Ericsson rientra ai box segnalando l'assenza del servosterzo sulla sua Sauber. Lo svedese deve ritirarsi dal Gran Premio.

Giro 8: Viene finalmente inquadrato Valtteri Bottas. Il finlandese è ancora in 14a posizione.Intanto Hamilton è salito a 2.5 di vantaggio su Raikkonen, con Vettel a 4.

Giro 9: Bottas approfitta dell'inquadratura e passa Ocon per la tredicesima posizione.

Giro 10: testacoda di Max Verstappen in curva 1. L'olandese perde posizioni su Grosjean, Ricciardo e Hulkenberg. L'australiano è in agguato sul francese.

Giro 12: GPV di Raikkonen che riprende 4 decimi a Hamilton riportandosi a 2.3. L'inglese comanda su Kimi, Vettel, Magnussen, Grosjean, Ricciardo, Hulkenberg, Verstappen, Sainz, Alonso.

Giro 15: procede lentamente la Toro Rosso di Gasly. Il francese rientra ai box con la parte sinistra fumante.

Giro 17: continua la bellissima gara delle Haas in quarta e quinta posizione con Magnussen e Grosjean mentre Raikkonen fa segnare il GPV. Vettel perde ancora tempo ed è ormai a 7.5 da Hamilton.

Giro 19: Sosta per Raikkonen che rientra per montare gomme soft tornando in pista davanti alle Haas.

Giro 20: La Mercedes richiama Hamilton. Anche per l'inglese gomme soft e posizione mantenuta su Raikkonen, mentre Vettel comanda momentaneamente la corsa.

Giro 22: Pit anche per Verstappen che monta gomme soft, mentre Vettel rimane in pista. Bottas intanto tenta timidamente l'affondo su Perez ma deve desistere. Sainz va lungo e lascia posizioni.

Giro 23: Box per Magnussen e Sainz. Il danese riparte lento dai box con la ruota posteriore sinistra non avvitata correttamente e deve fermarsi alla fine del primo settore.

Giro 25: incredibile in Haas. Grosjean effettua il suo pit e deve fermarsi a sua volta appena rientrato in pista. Viene introdotta la Virtual Safety Car: entrano ai box Bottas, Stroll, Vandoorne.

Giro 26: Vettel e la Ferrari ne approfittano per la sosta della numero 5 che in uscita dai box si ritrova davanti ad Hamilton! Per Grosjean il problema al pit è stato all'anteriore sinistra.

Giro 29: i lavori per rimuovere la Haas di Grosjean vanno per le lunghe, si decide così di portare in pista la Safety Car. Incredibile comunque quello che è successo in testa. Come un anno fa in Cina, un'interruzione ribalta le prime due posizioni. Allora fu in favore di Hamilton, oggi di Vettel.

Giro 32: si riparte con Vettel davanti a Hamilton e Raikkonen. Ricciardo è 4° con Alonso 5°, Verstappen 6° e poi Hulkenberg, Vandoorne, Bottas e Sainz.

Giro 35: Hamilton è ancora a tiro DRS sulla Ferrari. Raikkonen è sotto pressione di Ricciardo mentre Alonso si deve difendere da Verstappen.

Giro 38: per la prima volta Vettel si porta fuori zona DRS da Hamilton mentre Ricciardo tenta l'affondo su Raikkonen, senza successo.

Giro 41: Vettel cerca di tenere Hamilton sopra il secondo per togliergli il DRS ma l'inglese resiste, allontanandosi un po' per poi riprovare l'avvicinamento. Dietro Raikkonen resiste ancora su Ricciardo mentre Alonso, un po' più distante, tiene a bada Verstappen.

Giro 46: continua la lotta sui decimi tra Vettel e Hamilton a suon di giri veloci.

Giro 47: lungo di Hamilton nel secondo settore con Vettel che si porta a tre secondi di vantaggio

Giro 48: Hamilton si riprende in fretta e recupera sette decimi in un solo giro sulla Ferrari. La battaglia per la quinta posizione vede invece vicini Alonso, Verstappen, Hulk e Bottas.

Giro 50: Sainz avvisa il box di non sentirsi bene e provare nausea.

Giro 51: Altro supergiro di Hamilton che torna a 1.3 da Vettel.

Giro 53: Hamilton si avvicina ancora e torna per un attimo in zona DRS, ma poi rallenta smanettando sul volante.

Giro 54: aumenta ancora il vantaggio di Vettel a 3.5, non si capisce se Hamilton ha mollato semplicemente o ha problemi.

Giro 55: A questo punto Raikkonen ha l'opportunità di avvicinarsi anche se ormai mancano solo tre giri.
Giro 56: Intanto Alonso sta portando a casa un grandissimo quinto posto tenendo dietro Verstappen.
Giro 57: Vengono mostrati i vari cambi fatti sui manettini da parte di Hamilton. Raikkonen è a 1.7!

Fine gara: Sebastian Vettel vince il Gran Premio d'Australia 2018 davanti a Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen, che si avvicina all'inglese senza però poter tentare il sorpasso. Quarto Ricciardo davanti a Fernando Alonso, Max Verstappen, Nico Hulkenberg, Valtteri Bottas, Stoffel Vandoorne e Carlos Sainz.

La Ferrari comincia bene il mondiale, anche con un po' di fortuna che non guasta mai.

Segue la classifica di gara.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.