F1 GP Australia, gara: le dichiarazioni di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso

Le parole della domenica di Melbourne, tra pochi sorrisi e molte delusioni di 26 marzo 2018, 13:00

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso dopo la domenica del Gran Premio d'Australia, prima prova del mondiale di F1 2018. Un debutto iridato che sorride solo alla Renault, a punti con entrambi i piloti, mentre hanno da riflettere le altre.

FORCE INDIA

11 | SERGIO PEREZ

"È stato un weekend alquanto sfortunato per noi, però con anche aspetti positivi. Siamo arrivati vicini a portare a casa dei punti, nonostante fossimo abbastanza lontani dal poterli raggiungere. Ho spinto per tutta la gara, provando nel finale a passare Sainz, senza successo purtroppo. Superare a Melbourne è veramente difficile, come dimostrato da Bottas nei miei confronti nel primo stint. La Virtual Safety Car, poi, non ci ha aiutato. Sono comunque contento della mia performance e del lavoro fatto con il team. Dobbiamo migliorare, ma credo che saremo presto in condizione di lottare per i punti. Spero che i miglioramenti arrivino già in Bahrain, una gara dove si può superare e dove le strategie giocano un ruolo importante rispetto a Melbourne."

31 | ESTEBAN OCON

"Quella di oggi è stata per noi una gara complicata. Non era facile superare, nonostante sia riuscito a passare Lance Stroll nelle prime fasi. Le posizioni si sono cristallizzate piuttosto rapidamente fino alla Safety Car. Ho lottato un pò con Bottas e, subito dopo la ripartenza, sono stato vicino a tentare il sorpasso su Sergio. Abbiamo sicuramente mostrato un passo migliore in gara rispetto alla qualifica, ma ci manca della prestazione per essere nella top ten al momento. Le cose possono cambiare rapidamente in Formula 1 e continueremo a spingere nelle prossime due settimane per cercare di portare a casa qualcosa di meglio, già a partire dal Bahrain."

WILLIAMS

18 | LANCE STROLL

"La gara è iniziata subito male, dato che, nel primo giro, Ocon mi ha passato non essendo noi nella giusta modalità. Inoltre non avevamo neanche la potenza extra di cui necessitavamo per restare davanti alla ripartenza dopo la Safety Car. Lì ho perso la mia posizione su Leclerc. Oggi abbiamo semplicemente cercato di portare la macchina al traguardo invece che gareggiare. Ci sono state molte cose che ci hanno dato problemi e che ci sono costate parecchio tempo. Spero che si possa trovare una soluzione prima del Bahrain."

35 | SERGEY SIROTKIN

"Non è andata chiaramente come mi aspettavo. Non parlo in termini di risultati, che ovviamente avremmo voluto raggiungere; sto parlando dell’apprendimento che non ho potuto avere, essendomi ritirato così presto. Peccato, sono un pò deluso, visto che era piuttosto importante fare una buona gara. Tra due settimane torneremo in pista e lavoreremo duramente per riscattarci. Sono sicuro che arriveremo dove meritiamo di essere."

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"Dovremmo essere abbastanza felici di com'è andata oggi. Il ritmo della monoposto era consistente e competitivo, ma sappiamo di avere ancora molto lavoro da fare. L'andamento del weekend mi ha soddisfatto. Venerdì non è stato bello per me, ma l’abbiamo trasformato in un risultato buono e in una domenica utile in termini di punti. Siamo stati fortunati con i ritiri, ma anche sfortunati con la Safety Car. Queste sono le corse e portare a casa sei punti è la giusta ricompensa per il duro lavoro della squadra."

55 | CARLOS SAINZ JR.

"Abbiamo solo da imparare dalla gara di oggi. È stato un inizio positivo e sono contento della prestazione globale di questo fine settimana. Penso che avrei potuto fare molto di più senza i problemi che ho patito e con una migliore gestione della vettura nel primo stint. Cosa mi è successo? Avevo la cannuccia che pompava acqua in bocca dal primo giro e continuavo a bere, a bere, a bere e così mi sono riempito lo stomaco d’acqua. Questo, unito ai continui movimenti nella macchina, mi ha provocato forti problemi di stomaco, tanto che, durante il regime di Safety Car, ho quasi rischiato di vomitare. Da quel momento in poi si trattava solo di riuscire ad arrivare al traguardo."

TORO ROSSO

10 | PIERRE GASLY

"Non è stato un grande avvio di stagione per me. Dopo curva 12, il motore si è spento, per poi riaccendersi di nuovo; ma ero molto lento e non potevo inserire marce alte. Ho provato a tornare ai box, ma mi è stato detto di fermarmi. È un vero peccato, soprattutto dopo che nei test nulla era andato storto. Penso che tutti nel team siano delusi per quello che è successo in questa prima gara. Noi, però, dobbiamo guardare alle cose positive e imparare dagli aspetti negativi per tornare più forti in Bahrain."

28 | BRENDON HARTLEY

"Non è andata granché bene qui a Melbourne. Già al via, alla prima staccata, ho bloccato i freni e spiattellato le gomme, non avendo altra scelta se non quella di fermarmi ai box. Credo sia stato il flat-spot più grande che abbia mai fatto. Poi, nel secondo stint, ho subito una foratura. Da quel momento in avanti non c’è stato più nulla da fare. Penso di aver avuto anche un danno nella parte posteriore e mi sono ritrovato a correre da solo per tutto il tempo. Sapevamo sarebbe stato difficile oggi entrare in zona punti."

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


-->

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.