F1 GP Abu Dhabi 2018, gara: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull

Hamilton vince anche a Yas Marina, davanti a Vettel e alle Red Bull. 5° Bottas, out Raikkonen
F1 | GP Abu Dhabi 2018, gara: la parola a Mercedes, Ferrari e Red Bull
di 25 novembre 2018, 22:37

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull, al termine del Gran Premio di Abu Dhabi, ventunesima ed ultima prova del mondiale di F1 2018. A Yas Marina, Lewis Hamilton non lascia nemmeno le briciole agli avversari, ottenendo l'11° vittoria stagionale (73° in carriera, 51° nell'era ibrida). Il britannico ha preceduto Sebastian Vettel, autore di una buona gara, e Max Verstappen, al quinto podio di fila (11° in stagione). Alle spalle dell'olandese sono giunti Daniel Ricciardo e un deludente Valtteri Bottas. Ritiro per Kimi Raikkonen, che comunque è riuscito a mantenere il 3° posto in classifica, con 2 punti di margine su Verstappen e 4 sul connazionale.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON


"E' stata un'annata fantastica e sono grato per tante cose, dalla mia salute al mio team, passando per il grande lavoro che tutti hanno svolto, in fabbrica e in pista, senza sosta. Voglio anche ringraziare tutti i fan che hanno viaggiato e sono venuti alle gare, oltre a quelli che ci sostengono da casa e che hanno inviato le loro energie positive e le loro preghiere. Un grande, grande ringraziamento a tutti. Questo 2018 ha rappresentato un'avventura molto edificante per me. Il team ha svolto un lavoro eccezionale tutto l'anno e sono venuto qui non volendo lasciare nulla di intentato. Il mio obiettivo era di dar loro un gran risultato e chiudere in maniera grandiosa la stagione. Credo di averlo fatto. Sono stato in grado di mostrare la miglior parte di me per tutto l'anno e continuerò a lavorare su quell'aspetto, cercando di lavorare anche sull'energia che sto proiettando alle persone. Mi sono divertito molto in macchina oggi, godendomi ogni attimo al volante, e spero di avere ancora molti giorni simili da vivere davanti a me".

77 | VALTTERI BOTTAS


"Sarebbe stato bello avere un finale di stagione migliore, ma questa gara probabilmente riassume abbastanza bene come siano andate le cose quest'anno. Inizialmente le cose sono andate bene, peggiorando però man mano. La gara era iniziata positivamente, poi ho avuto un bloccaggio nella curva 5 ed 8, perdendo terreno. Quindi ho avuto problemi con i freni ed anche una foratura lenta dopo il mio contatto con Max, dovendomi così fermare una seconda volta. Max ed io ci siamo toccati, ma è stata una battaglia del tutto corretta, seppur dura. Gli ultimi giri dopo il pit-stop sono sembrati abbastanza lunghi, dato che sapevo di non poter recuperare nessuna posizione. Questa stagione non è andata come speravo, per cui sono contento sia finita. Nelle prossime due settimane sarò abbastanza impegnato, ma non vedo l'ora di riposarmi un pò a dicembre. Analizzerò tutto quello che è successo, in modo da tornare più forte l'anno prossimo".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL


"La gara di oggi, secondo me, racchiude quella che è stata la nostra stagione, con degli alti e bassi e, alla fine, vicini ma non abbastanza da spuntarla. Oggi ho provato ad andare il più lungo possibile, ma è stata dura percorrere tutti quei giri alle spalle di Valtteri. Ero un pò più veloce di lui, ma era davvero difficile avvicinarsi, soprattutto nel T3. Questo finché non ha avuto un problema, e così l'ho potuto passare. In rettilineo siamo stati molto forti e veloci, mentre abbiamo faticato nel tenere il passo nel terzo settore, in particolare nelle ultime due curve. Ad un certo punto, ho sperato anche di poer riuscire a vincere. Ragion per cui ho spinto più che potevo, ma non è stato abbastanza. E' stata una stagione molto intensa, ma credo sia meglio guardare a noi stessi. Ci sono molte cose che possiamo fare migliorare e il potenziale che ha questa squadra è molto grande".

7 | KIMI RAIKKONEN


"Chiaramente sono abbastanza deluso, non essendo questo il modo con cui volevo chiudere quest'ultima gara con il team. L'obiettivo era di far bene e credo avessimo una monoposto competitiva abbastanza per riuscirci. Purtroppo abbiamo avuto un problema elettrico. Lungo il rettilineo di ritorno ho avvertito un calo di potenza, poi si è spento tutto. È un vero peccato, ma a volte è così che vanno le corse. È stata una stagione abbastanza buona, ma i quattro ritiri non hanno aiutato. Volevamo certamente ottenere più punti. Voglio ringraziare tutti i fan della Ferrari, che mi hanno sempre dato un grande sostegno. Abbiamo passato insieme momenti belli e momenti brutti, e questo ha reso tutto ancora più interessante. Certo, volevamo un finale migliore, ma questo fa parte dello sport. Manterremo tutti per sempre i ricordi delle vittorie di un campionato piloti e di due campionati costruttori ottenuti insieme".

RED BULL

3 | DANIEL RICCIARDO


"Mi sarebbe piaciuto chiudere questo capitolo con un podio, perciò non posso essere contento di questo 4° posto e, in effetti, sono abbastanza deluso. Per un pò ho guidato la gara, ed è stato divertente; allungare così tanto il primo stint, però, mi ha messo fuori gara rispetto ai primi. Non credo avessimo molta scelta, forse potevamo fermarci prima e mantenere la posizione; ma nessuno si aspettava una simile tenuta da parte delle Supersoft. Il vantaggio in termini di ritmo che avevo subito dopo il pit era grande, ma è scemato piuttosto rapidamente, impedendomi di attaccare Verstappen e gli altri. I miei pensieri riguardano ancora la gara ma, una volta che avrò avuto il tempo di fermarmi, allora rifletterò su questi cinque anni con Red Bull. Sarebbe stato fantastico vincere un campionato con loro, ma ho comunque ottenuto la mia prima pole, vittoria e podio. Tutto quello che ho fatto in Formula 1, in fondo, lo devo a loro e sono davvero grato per questo. L'attimo prima del via, quando tutti mi hanno dimostrato il loro affetto e rispetto, è stato davvero un gran momento e non lo dimenticherò mai. Ringrazio il Team per gli ultimi cinque anni e la Red Bull per gli ultimi dieci. Mi sarebbe piaciuto bere dalla mia scarpa e festeggiare con il Team un'ultima volta, ma ora chiudo questo capitolo, ringraziando tutta la famiglia Red Bull".

33 | MAX VERSTAPPEN


"Non è stata una gara facile all'inizio, con un calo di potenza che mi ha fatto perdere delle posizioni. Ho avuto un buono spunto, poi però credo che qualcosa sia entrato in protezione; abbiamo dovuto spegnere un sensore e poi è andato tutto bene. Risolto il problema, sono stato in grado di andare all'attacco, godendomi alcune manovre di sorpasso davvero ottime, tipo quella ai danni di Bottas. Non credo mi abbia visto all'interno e ci siamo toccati, fortunatamente senza danni per nessuno. Qui è difficile seguire da vicino chi ti sta davanti per cui, anche se sono riuscito ad avvicinarmi a Vettel, non sono mai stato in grado di impensierirlo. Nel finale, poi, ho avuto dei problemi di visibilità, dato che avevo la visiera completamente sporca d'olio, perso dal posteriore della macchina di Pierre (Gasly ndr). Se avessi toccato la visiera, la situazione sarebbe peggiorata, come se stessi guidando nella nebbia. Per fortuna, poi, le gomme hanno retto fino alla fine e sono riuscito a portare a casa un altro podio. Tutti sono pronti a prendersi un pò di pausa una volta completati i test, per poi tornare freschi e carichi in vista del 2019".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.