F1, Ecclestone: Rosberg e Vettel non vanno bene per il business

F1, Ecclestone: Rosberg e Vettel non vanno bene per il business

di 27 Maggio 2015, 13:30

Bernie Ecclestone ha lodato l'impatto mediatico che Lewis Hamilton ha, oltre al suo stile di vita decisamente più glamorous di altri piloti in F1.

Infatti, il patron della F1 non apprezza molto lo stile di vita più appartato e schivo di piloti come Rosberg e Vettel, che non giovano alla popolarità della F1.

"Credo che Lewis sia il miglior campione che abbiamo mai avuto in molto, molto tempo" ha dichiarato Ecclestone. "Riesce a gestire i molteplici lati della sua vita: quella sul red carpet, quella nel fashion business, e quella nella musica. Non è colpa tua Nico (Rosberg - a cui si è riferito durante un'intervista con Rosberg presente - ndR), siete solo due personaggi molto diversi". "Nico non cerca le luci della ribalta come Lewis" ha aggiunto il patron della F1 "Lewis vuole essere famoso".

La replica del pilota tedesco della Mercedes è stata immediata: "Capisco il suo punto di vista. Bernie ha i diritti commerciali e più è estroverso il campione, meglio è. Anche io penso al nostro sport e voglio fare uno sforzo, ma a modo mio. Io sono Nico e non Lewis!"

Ecclestone ha voluto ulteriormente espandere il suo punto di vista: "Quando si tratta della F1, sono un grandissimo fan di Lewis, perché promuove moltissimo lo sport. Scusa se te lo dico, Nico, ma non vai molto bene per i miei affari". "Non hai molti fan tedeschi dalla tua parte. E come dimostra la cancellazione del Gran Premio di Germania, la Germania è un mercato pessimo per la F1. Al contrario, Lewis è un eroe nel Regno Unito. Gli inglesi amano la F1. Anche Sebastian (Vettel) non fa molto per la F1: la gente lo riconosce a malapena per strada".

Condividi