F1 | È Pascal Wehrlein il nuovo development driver della Ferrari

F1
È Pascal Wehrlein il nuovo development driver della Ferrari

Il tedesco prende il posto di Daniil Kvyat e di Antonio Giovinazzi di 08 Gennaio 2019, 15:23

Il lavoro al simulatore è uno dei più importanti della Formula 1 di oggi, da troppo tempo ormai senza la possibilità di fare test in pista che non siano quelli invernali, quelle poche occasioni durante la stagione o in supporto al fornitore unico di pneumatici.

Un'attività, molto costosa tra l'altro, che richiede al pilota a ciò assegnato dedizione e pazienza, date le ore interminabili passate a girare (virtualmente s'intende), provando novità ed accertandosi, nei limiti del possibile, della rispondenza dei dati delle simulazioni con la "pista". Nel corso della passata stagione, la Ferrari ha spesso reso onore al lavoro svolto dai suoi development drivers, Daniil Kvyat ed Antonio Giovinazzi.

Alla fine della stagione 2018, però, entrambi hanno salutato Maranello. Il russo è tornato "a casa", a Faenza, per la terza volta in carriera come pilota titolare della Toro Rosso. Giovinazzi, dal canto suo, avrà la sua prima chance da titolare in Sauber, al fianco di Kimi Raikkonen, dopo le due gare (Australia e Cina) disputate sempre con il team di Hinwil come sostituto di Pascal Wehrlein nel 2017.

Al posto dei due sunnominati piloti, proprio il nativo di Sigmaringen arriva alla Scuderia nelle vesti di pilota addetto al simulatore. Scaduto e non rinnovato, lo scorso 31 dicembre, il contratto che lo legava alla Mercedes, Wehrlein è già a Maranello per lavorare al "ragno", con un programma di lavoro che si preannuncia davvero corposo.

Il tedesco, 40 gare (39 partenze) e 6 punti in Formula 1 con Manor e Sauber nel biennio 2016/17, dividerà il suo nuovo ruolo con la Formula E, dove esordirà questo weekend a Marrakesh con il team Mahindra, dopo aver saltato il round inaugurale di Riad proprio per problemi riguardanti il contratto allora ancora in essere con Mercedes.

Condividi