F1 Clamoroso in Messico: Vettel penalizzato, sul podio va Ricciardo!

Il tedesco, dopo esser stato mandato sul podio per la penalità a Verstappen, viene a sua volta arretrato
F1 | Clamoroso in Messico: Vettel penalizzato, sul podio va Ricciardo!
di 31 ottobre 2016, 07:55

Si pensava che dopo la penalizzazione di Max Verstappen il risultato del Gran Premio del Messico fosse definitivo.

Invece no, perché quasi tre ore dopo il termine della corsa, vinta da Hamilton su Rosberg, Sebastian Vettel è stato penalizzato per la difesa troppo aggressiva ai danni di Daniel Ricciardo nelle fasi finali di gara. Il tedesco, spedito sul podio di corsa al posto di Verstappen dopo la prima penalità giunta nei confronti dell'olandese (per non aver ceduto la posizione dopo il taglio in curva 1/2/3), è stato a sua volta arretrato di 10 secondi, con la classifica finale (si spera) che lo vede quinto alle spalle di Ricciardo e di Verstappen. Tra i due litiganti, il terzo gode.

La casistica è particolare, perché il tentativo di sorpasso di Ricciardo è avvenuto in seguito ad una manovra con cui Vettel è stato rallentato e per la quale il suo compagno è stato penalizzato, ma la sanzione in sé segue quanto specificato dopo Austin. Resta scandalosa la tempistica da parte dei commissari.

Con questo secondo ribaltone Ricciardo va a 242 punti contro i 187 di Vettel e i 178 di Raikkonen. Davanti Rosberg con 349 comanda su Hamilton, con 330.

Condividi

9 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. Silvio Enrica Piastra
    #1 Silvio Enrica Piastra 31 ottobre, 2016, 19:58

    X la Ferrari Forse è giunto il momento di dire basta a questa F1 e ricominciare con un campionato Mondiale Marche ( abbandonato nei primi anni 70) sicuramente oggi più interessante. Anche xche' non dimentichiamoci che il mito della Rosse è nato con le vetture GT e Prototipi contro i grandi costruttori di auto nel mondo.Cosi' vediamo senza la Rossa quanto dura questo "Circo" con queste assurde regole "ad iniziare dal divieto di prove durante la stagione x risparmiare e poi si sfoggia Motorom sempre più costosi,meccaniche ed elettroniche sempre più esasperate e costose,e maggior numero di GP a stagione " Ricordo che qualche tempo fa il Drake fece costruire una monoposto x il campionato Cart "non corse mai" ma servi a qualcuno x capire quello che non "capiva" !!!

    Reply this comment
  2. Massimo Paolicelli
    #2 Massimo Paolicelli 31 ottobre, 2016, 19:56

    La regola c'è ed é stata applicata alla lettera. Ok. Una domanda: Se in frenata imposto la curva cambio per forza direzione, quindi per far passare quello dietro devo fare la curva dritta?

    Reply this comment
  3. Marco Torricelli
    #3 Marco Torricelli 31 ottobre, 2016, 13:53

    Roba da matti

    Reply this comment
  4. MulderFox81
    #4 MulderFox81 31 ottobre, 2016, 11:25

    Scandaloso non era assolutamente da penalizzare. Vettel ha lasciato lo spazio a Ricciardo, poi in frenata sono arrivati lunghi entrambi e si sono toccati. Senza parole che schifo!!!

    Reply this comment
  5. Damiano Belliotti
    #5 Damiano Belliotti 31 ottobre, 2016, 09:33

    Certo, i ferraristi vogliono una Formula 1 dove le Ferrari non vengano mai penalizzate e facciano sempre 1º e 2º... Ridicoli!

    Reply this comment
  6. Francesco Mignucci
    #6 Francesco Mignucci 31 ottobre, 2016, 09:30

    Cioè Vettel alla fine dei giochi si ritrova dietro verstapen? Non ha senso, sembra di vedere Colorado

    Reply this comment
  7. Andrea Pomella
    #7 Andrea Pomella 31 ottobre, 2016, 08:44

    Il prossimo gp se lo guardino Todt & c. Io sono stufo di farmi venire il mal di pancia....

    Reply this comment
  8. Andrea Festa
    #8 Andrea Festa 31 ottobre, 2016, 08:22

    È giunto il momento di abbandonare la #F1 per altre categorie

    Reply this comment
  9. Gabriele Bassi
    #9 Gabriele Bassi 31 ottobre, 2016, 08:02

    Mi chiedo ancora perchè seguo la F1. Mi chiedo ancora davvero cosa mi spinga a farlo.

    Reply this comment

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.