F1 Brawn: "Gli artifici non sono la soluzione giusta"

Il nuovo managing director contro DRS, doppi punti e qualifiche ad eliminazione
F1 | Brawn:
di 25 gennaio 2017, 15:00

Arrivano nuove dichiarazioni di Ross Brawn che, dopo quanto riferito ieri alla BBC, ha aggiunto alcuni particolari alle sue idee sul come migliorare lo spettacolo offerto dalla Formula 1 nei prossimi anni.

Il punto più importante della sua intervista alla Gazzetta dello Sport riguarda un argomento sul quale spesso, anche su queste pagine, sono state portate avanti critiche, ovvero l'utilizzo di metodi piuttosto artificiali per creare spettacolo. In particolare, Brawn ha sottolineato il suo scetticismo nei confronti di DRS, doppi punti (applicati una tantum ad Abu Dhabi nel 2014) e qualifiche ad eliminazione come visto nei primi due Gran Premi del 2016.

"Dobbiamo evitare, come successo negli anni scorsi, di cedere alla tentazione di creare lo show in modo artificiale. Sono d'accordo sul fatto che si debba garantire più competizione, ma per questo ci vuole pazienza, possiamo risolvere tutto. Passare dal nero al bianco sarebbe un errore, questo è uno sport complesso."

Nonostante Brawn punti ad un piano quinquennale per rendere migliore la Formula 1, già per il 2018 ci sono idee chiare: "Dobbiamo essere sicuri che non ci siano artifici: tutti sanno che il DRS è una soluzione artificiale, dobbiamo trovare qualcosa di più puro. Ho alcune idee, ma vanno studiate e ponderate."

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.