F1 Barcellona Test Day 8: si ferma Vettel. Hamilton a 3 millesimi!

Un problema elettrico stoppa la simulazione gara del ferrarista. Lewis vicinissimo con le C5
F1 | Barcellona Test Day 8: si ferma Vettel. Hamilton a 3 millesimi!
di 01 Marzo 2019, 18:50

Si è conclusa l'ottava ed ultima giornata di test al Montmelò. In cima alla classifica dei tempi, dopo i time attack della mattinata, rimane Sebastian Vettel (1:16.221), ma Lewis Hamilton, in macchina oggi pomeriggio al posto di Valtteri Bottas (3° a +0.340), nella sua simulazione di qualifica, effettuata ad inizio ultima ora di prove, si è portato ad appena 3 millesimi dal rivale, con un 1:16.224. Questi tempi, va ribadito, lasciano il tempo che trovano. Ma notando che Charles Leclerc, ieri, aveva primeggiato con un 1:16.231, allora si intuisce che gli elementi per divertirsi molto quest'anno ci siano tutti.

C'è da dire che, ancora una volta in questa seconda settimana di test, la giornata non è stata scevra di problemi per il box della Scuderia. A circa 2 ore dalla bandiera scacchi, nel pieno della simulazione gara (tempi molto positivi), un problema elettrico ha costretto Vettel a parcheggiare la SF90 nella via di fuga di curva 2, facendo terminare in anticipo la giornata. Il tedesco, alla fine, ha messo insieme 110 giri. La Mercedes, a sua volta, a messo insieme qualche giro in meno rispetto ai giorni scorsi, ovvero 132 (71 per Valtteri e 61 per Lewis).

Decisamente di più i problemi in casa Red Bull. Dopo i 29 giri racimolati a fatica stamattina, Max Verstappen non è riuscito a scendere in pista nel pomeriggio, sembra a causa di un problema alla trasmissione, fermandosi a 1.488 (mescola C3) dal best lap di Vettel. Alle spalle di SF90 e W10 ecco la R.S.19, con Nico Hulkenberg che ha sostituito nel pomeriggio Daniel Ricciardo. Il tedesco si è fermato a 622 millesimi dalla vetta, mentre il compagno di box saluta il Montmelò con l'8° tempo (+0.893). In totale, i due del team di Enstone hanno assommato 103 giri.

Continua a ben figurare la Toro Rosso motorizzata Honda. Sia dal punto di vista del cronometro (5° a +0.677) che della distanza coperta, dato che il russo ha completato 131 tornate. Segue la McLaren di Carlos Sainz Jr. (+0.692), con l'idolo di casa che si prende la palma di stakanovista di giornata, con 134 giri all'attivo. Nonostante un problema a pochi minuti dalla bandiera scacchi finale, è la Haas la scuderia ad aver girato di più, con 167 giri. Kevin Magnussen, in pista al pomeriggio e 10° nella classifica dei tempi (+1.344), è arrivato a quota 94; Romain Grosjean, 7° stamani (+0.855), si è fermato a 73.

Con il 9° tempo abbiamo l'Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen (+1.018), che mette in saccoccia 132 giri, dopo aver provocato la prima bandiera rossa di giornata a fine sessione del mattino. Detto di Verstappen, a completare la classifica troviamo Sergio Perez, Racing Point (+1.570), con 104 giri completati, e Robert Kubica, su una Williams apparsa ancora in ritardo (+2.772), con la quale ha messo insieme 90 giri.

 

Chiusa la parentesi (troppo breve) con i test invernali, è già tempo di impacchettare tutto e di spedire armi e bagagli a Melbourne, dove tra due settimane si alzerà finalmente il sipario sulla stagione 2019, con il Gran Premio d'Australia.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.