F1 Alonso: "Troppe aspettative sulla McLaren"

In vista della Cina, il pilota spagnolo ridimensiona gli obiettivi del team inglese
F1 | Alonso:
di 12 aprile 2018, 17:30

La McLaren ha cominciato in maniera decisamente migliore questo 2018, rispetto alla stagione passata. Mentre infatti lo scorso anno, dopo i primi due appuntamenti, il team di Woking era ancora fermo al palo, con 0 punti all'attivo, questa stagione è cominciata con due doppi arrivi a punti, per un totale di 22 punti, avanti alla Red Bull. Fernando Alonso, da parte sua, è 4° in classifica con 16 punti.

Risultati positivi, frutto certamente del cambio di motorizzazione e di una MCL33 nel complesso migliore della precedente. Ma anche di circostanze fortunate, che hanno permesso alle due monoposto color papaya di giungere più avanti di quel che avrebbero meritato. Nell'avvicinamento al Gran Premio della Cina, Fernando Alonso ha fatto il punto della situazione, rispondendo ad alcune critiche sulle prestazioni della McLaren, parlando di aspettative evidentemente più alte di quelle che sono le attuali potenzialità della macchina.

"Non so cosa si aspettasse la gente da noi. In particolare, nel passaggio da una stagione all'altra senza cambiamenti di regole" - si chiede Nando - "Lo scorso anno c'erano tre team davanti a tutti e sono rimasti sempre nella stessa posizione. Quindi, noi avevamo ancora zero punti dopo tre gare nel 2017 e, in Bahrain, Vandoorne non aveva nemmeno preso il via della gara. Al contrario, finora non solo abbiamo sempre tagliato il traguardo con entrambe le vetture, ma sia in Australia che in Bahrain siamo finiti entrambi a punti e siamo terzi in classifica nel Mondiale Costruttori".

"Se guardiamo i fatti, non prendendo in considerazione le sensazioni o i desideri e neppure i sogni, il nostro inizio di stagione può essere giudicato molto positivamente" - prosegue il nativo di Oviedo - "Non abbiamo avuto alcun problema meccanico, né legato alle operazioni in pista. Credo che la McLaren sia stato l'unico team a non averne, o sbaglio? Pensiamo, ad esempio, ai guai patiti ai pit stop dalla Ferrari e dalla Haas, oppure ai ritiri dei Red Bull. Credo che ci sia solo un team senza guai nei due weekend di gara finora disputati, e questo è la McLaren. Anche la Mercedes, per dirne una, ha dovuto sostituire il cambio un paio di volte".

"Siamo consapevoli del fatto che, purtroppo, tutto questo potrebbe ben presto cambiare. Ma sono dell'avviso che, fino a questo momento, il nostro avvio di stagione è stato più che buono. Ma capisco anche che un team come il nostro comporti sempre alte aspettative e che sia difficile non deluderle", ha concluso Alonso.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.