F1 Alonso: "Il sorpasso a Vettel? Bel momento, ma non un duello alla pari"

Il pilota della McLaren spiega la manovra ai danni del tedesco in Cina
F1 | Alonso:
di 17 aprile 2018, 12:30

Dopo il tanto discusso contatto con Max Verstappen, il finale di gara di Sebastian Vettel è diventato un vero calvario. Ripartito in 6° posizione, il tedesco, alle prese con una SF71-H danneggiata e sbilanciata, è stato infilato prima dalla Renault di Nico Hulkenberg, poi dalla McLaren di Fernando Alonso.

Siamo all'inizio del penultimo giro e lo spagnolo, approfittando delle difficoltà del rivale, si butta dentro in curva 2, accompagnando la Ferrari #5 oltre il limite della pista. Una manovra che ha provocato qualche polemica, con lo stesso Vettel che, live, ha definito 'poco corretta' la manovra del pilota McLaren.

Intervistato sull'episodio, Alonso ha definito un bel momento il poter lottare e superare una Ferrari, ammettendo però come il tutto sia stato falsato dalle non perfette condizioni della Rossa. "E' stato bello, ma chiaramente non è stato un duello alla pari, visto che Sebastian aveva la monoposto danneggiata e io andavo meglio in curva" - ha detto Fernando a Motorsport.com - "Sono rimasto sorpreso quando l'ho visto andare piano nel finale, e via radio ho chiesto cosa gli fosse successo. In apparenza aveva danni alla monoposto e faticava molto in curva".

"Sebastian affrontava le curve con traiettorie molto larghe e, alla prima occasione, quando ho visto lo spazio mi ci sono buttato. Ad un certo punto la pista finisce. Lui ha continuato fino a quando non è finito sull'erba ed è stato costretto ovviamente a rallentare", ha continuato l'asturiano.

Questa la versione di Vettel: "Ero davvero vulnerabile in quel momento e Fernando avrebbe tranquillamente potuto passarmi poco più avanti. Penso che lui si sia buttato alla ora o mai più, e ovviamente ho dovuto rallentare. Se non l'avessi fatto, avremmo avuto un incidente. E io ero soltanto felice di finire la gara".

Tornando ad Alonso, lo spagnolo ha parlato anche della gara in generale: "La Safety Car non ci ha aiutato. Eravamo su una strategia ad una sosta, puntando ad allungare molto il primo stint. Ed eravamo convinti fosse una buona strategia. Purtroppo, la Safety Car ha dato l'opportunità a tanti piloti di fermarsi e cambiare gomme. Allo stesso tempo, però, abbiamo battagliato e siamo anche riusciti a superare. E' stata una bella sensazione e una grossa soddisfazione per il team".

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.