F1 Abiteboul: "Incredibile il miglioramento del propulsore Ferrari"

Il responsabile di Renault Sport F1 sorpreso dai progressi della power unit italiana
F1 | Abiteboul:
di 19 luglio 2018, 21:30

La Formula 1 si appresta ad affrontare il weekend di Hockenheim, ma la mente di molti addetti ai lavori è ancora a quanto successo a Silverstone. Cyril Abiteboul, boss di Renault Sport F1, in un'intervista ad Autosport.com ha voluto sottolineare l'evidente salto in avanti compiuto dalla Ferrari con la seconda specifica di propulsore; un miglioramento che ha aiutato in maniera lampante anche Haas e Sauber.

"Sono impressionato dal lavoro che stiamo svolgendo in questo periodo. Ma, al tempo stesso, non posso non dirmi sorpreso da quel che stanno facendo anche i nostri competitors, dato che il gap che abbiamo con loro non sembra si stia riducendo" - dice Abiteboul - "In questo momento, tutto il nostro lavoro non può far altro che impedire al gap di ampliarsi. In particolare, la Ferrari ha compiuto un grosso miglioramento, evidente sia per quanto riguarda il team ufficiale che gli altri motorizzati Ferrari. E' tutto lampante, e dobbiamo tenerne conto sia in quel che facciamo sia nelle priorità che ci siamo dati".

Nel post gara di Silverstone, Max Verstappen non ha mancato di evidenziare le difficoltà della RB14 sui rettilinei del circuito inglese, arrivando ad ipotizzare 70-80 cavalli in meno per la power unit Renault rispetto alla concorrenza. Secondo Abiteboul, questa sensazione è stata aggravata dalle caratteristiche di Silverstone, in particolare i tanti secondi 'in pieno', i diversi livelli di carico aerodinamico e gli pneumatici con più grip rispetto agli anni scorsi.

"E' incredibile quanto cambino i circuiti. Quest'anno, in aggiunta, con gli incrementi aerodinamici e le nuove Pirelli con un grip maggiore, molti di questi sono stati riasfaltati. Noi non possiamo sapere in anticipo quanto questi lavori possano influire, ma a Silverstone tutto ciò è stato evidente. Per noi è stata una sorpresa vedere la quantità di grip garantita dal nuovo asfalto, oltre alla percentuale di giro nella quale si va a tutta", ha spiegato il manager transalpino.

"Questa situazione ha reso Silverstone un circuito molto delicato in quanto ai consumi. Fino ad un paio di anni fa, nella mente di tutti era Montreal il tracciato più severo sotto questo aspetto. Ma ora sembra una barzelletta, paragonato al Red Bull Ring o a Silverstone. Alcuni dei commenti fatti dopo la gara dai piloti vanno inseriti in questo contesto", ha terminato Abiteboul.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.