ALTRI MOTORI ELMS Red Bull-Ring: Chatin e Idec Sport in pole position

Appena 19 millesimi di vantaggio su Jamin e il team Duqueine. Ferrari in pole tra le GTE
ELMS Red Bull-Ring: Chatin e Idec Sport in pole position
di 21 luglio 2018, 16:52

Dopo due mesi di pausa, l'ELMS è tornata in scena a Spielberg per il terzo round della stagione 2018. A scattare dalla pole nella 4h del Red Bull-Ring sarà l'Oreca #28 del team Idec Sport, già protagonista delle qualifiche a Le Castellet e ripetutasi sul circuito stiriano grazie a Paul-Loup Chatin, che ha aperto un plotone di ben sei piloti francesi nella classe LMP2. Chatin ha staccato un tempo di 1:19.246 precedendo di appena 19 millesimi Nicolas Jamin, sempre al volante di un'Oreca ma gestita dalla Duqueine Engineering.

I due giovani transalpini hanno preceduto i più esperti Norman Nato e Nicolas Lapierre, rispettivamente in forze a Racing Engineering e DragonSpeed. Qualifica importante soprattutto per la squadra spagnola, coinvolta in una classifica generale cortissima che vede il team G-Drive in vantaggio di un solo punto su TDS Racing e di due sulla stessa scuderia gestita dal Principe d'Orléans.

A chiudere il sestetto francese di queste qualifiche, coincidente con altrettante Oreca nei primi sei posti, sono stati Andréa Pizzitola sulla G-Drive #26 leader del campionato e Loïc Duval sulla TDS Racing #33. 497 millesimi hanno separato Duval da Chatin, su un circuito corto ma dove è comunque possibile fare la differenza in termini di guida.

Settima posizione per la prima delle Ligier, la #22 del team United Autosports guidata da Filipe Albuquerque. Il veloce portoghese ha accusato un ritardo di sette decimi ma si è messo alle spalle due Oreca, la G-Drive #40 guidata da James Allen e la Graff #39 di Tristan Gommendy. A chiudere la top ten, ecco la Dallara #47 del team Villorba con Felipe Nasr alla guida, staccato di 988 millesimi dalla pole position.

Il verdetto della classe LMP3 è arrivato ben dopo la bandiera a scacchi. La pole position era andata alla Ligier #9 del team AT Racing, guidata da Mikkel Jensen, ma i tre migliori tempi ottenuti dal danese sono stati cancellati per track limits e dunque ad approfittarne è stato Matthieu Lahaye, che ha collocato in cima alla classifica la Norma #17 del team Ultimate in 1:26.519. A 64 millesimi si è fermato il 17enne svizzero Lucas Légeret, sempre alla guida di una Norma ma gestita dal team di Yvan Muller. Terzo Job van Uitert, con la Ligier del team RLR, davanti ad Antonin Borga con lo stesso esemplare del team Cool Racing. Solo una sesta posizione per Jensen e la squadra gestita dalla famiglia Talkanitsa, alle spalle anche della Norma del team DKR pilotata da Ricardo Sánchez. Qualifica non positiva per i leader della classifica generale di categoria, ossia Giorgio Mondini e il team Eurointernational, solo 11esimi, mentre il team Oregon ha colto un buon settimo posto con Riccardo Ponzio.

La battaglia a sei per la pole della GTE si è conclusa con il miglior tempo di Miguel Molina, alla guida della Ferrari 488 del team JMW Motorsport. 1:28.827 il tempo dello spagnolo, 98 millesimi più veloce di Matteo Cairoli sulla Porsche #88 del team Proton, mentre in terza posizione si è collocata un'altra vettura di Maranello, la #83 del team Krohn con Andrea Bertolini al volante. Dopo l'eccezionale pole di Monza, oggi Riccardo Pera e la Porsche della Ebimotors hanno chiuso il gruppo delle Gran Turismo, seppur con un risicato distacco di 539 millesimi dal poleman.

L'appuntamento con il semaforo verde della 4h del Red Bull-Ring è per domani alle ore 12:00.

Classifica LMP2
Classifica LMP3
Classifica GTE

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.