ALTRI MOTORI ELMS Portimão: Jamin beffa tutti, Duqueine in pole position

YMR #19 comanda in LMP3, Ferrari si prende la pole tra le GTE
ELMS Portimão: Jamin beffa tutti, Duqueine in pole position
di 27 ottobre 2018, 17:30

L'ultima sessione di qualifica dell'ELMS, che domani calerà definitivamente il sipario sulla stagione 2018 con la 4h di Portimão, ha visto tutte e tre le categorie darsi una battaglia serrata fino alla bandiera a scacchi. Tra le LMP2 Nicolas Jamin ha staccato la pole position con l'Oreca del team Duqueine grazie ad un giro secco, in LMP3 pochi millesimi hanno separato le prime due vetture classificate e tra le GTE la Ferrari #66 è uscita vincitrice solo grazie ad un ottimo giro del solito Miguel Molina.

Jamin ha iniziato il suo ultimo giro lanciato senza un tempo valido, poiché i due precedenti erano stati cancellati per abuso dei limiti del tracciato, ma è riuscito a mantenere il sangue freddo piazzando la pole position con quella che può essere definita una "superpole". Il 22enne francese ha segnato un tempo di 1:33.197 precedendo di sei centesimi Will Stevens, con la Ligier del team Panis-Barthez, mentre in terza posizione si è collocata un'altra JSP217, la #22 del team United Autosports vincitrice dello scorso round di Spa-Francorchamps.

Con il titolo già assegnato al team TDS G-Drive, la corsa portoghese avrà il compito di regolare la competizione per il secondo posto finale. Anche se sono cinque le vetture matematicamente in corsa, a tutti gli effetti saranno tre equipaggi a giocarsi la piazza d'onore: a questo proposito, un piccolo vantaggio se lo è preso il team Idec Sport, qualificatosi al quarto posto con la sua Oreca #28 guidata da Paul-Loup Chatin. Idec parte con gli stessi punti del team Racing Engineering, che tuttavia al semaforo verde di domani occuperà solo la 12esima posizione; staccata di sei punti c'è la DragonSpeed, oggi sesta con Nicolas Lapierre dopo avere perso a sua volta il miglior tempo a causa dei track limits.

Solo quinta la vettura vincitrice del titolo, con un Jean-Éric Vergne meno in forma del solito. A completare la top ten sono state la Ligier #32 della United Autosports, le Dallara dei team AVF e Villorba e l'Oreca #40 del team Graff G-Drive. 

61 millesimi hanno separato le due battistrada della classe LMP3. Lo svizzero Lucas Légeret ha portato in pole position la Norma #19 del team di Yvan Muller, davanti alla gemella #17 del team Ultimate pilotata da Matthieu Lahaye. Queste prove ufficiali hanno sorprendentemente visto tutte le vetture in lotta per il titolo nelle retrovie: tra le cinque macchine matematicamente in corsa, quella meglio piazzata è risultata essere la #15 del team RLR, che comanda anche il campionato, settima al termine dei dieci minuti cronometrati grazie a Job van Uitert; nona la #13 del team Inter Europol davanti alla #6 del team 360 Racing e alla Eurointernational #11 (fermatasi nella ghiaia della curva 4 a tre minuti dalla fine), mentre la United Autosports #3 non è andata oltre il 15° posto. RLR comanda la generale con 14 punti di vantaggio sulla 360 Racing e 15 sulla United Autosports, mentre per gli altri due equipaggi servirà davvero un'impresa nel corso della gara di domani.

Sono quindi emersi tutti gli outsider. Terza la AT Racing con Yann Clairay alla guida, quarto il team DKR con Marvin Klein, quindi la vettura #2 del team United Autosports seguita dalla #4 del team Cool Racing.

Nello sparuto gruppo di GTE è emerso Miguel Molina con la Ferrari #66 del team JMW Motorsport, con il tempo di 1:42.765 risultato essere più veloce di tre decimi rispetto a quello della Porsche #77 del team Proton, guidata da Dennis Olsen. Terza la Porsche #88, che domani dovrà quindi difendere 10,5 punti dalla Ferrari in pole e 13,5 da quella del team Spirit of Race, oggi quarta. La Porsche della Ebimotors e la Ferrari del team di Tracy Krohn hanno chiuso le fila di categoria.

Alle 13:30 italiane di domani prenderà dunque il via la 4h di Portimão, atto conclusivo della stagione con due titoli di categoria su tre ancora da assegnare.

Classifica

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.