ALTRI MOTORI ELMS Monza: TDS Racing in pole position con Vaxivière

Solo 12esima Racing Engineering. Pera batte Bruni tra le GTE di 12 maggio 2018, 21:23 Condividi
ELMS Monza: TDS Racing in pole position con Vaxivière

Il team TDS Racing ha conquistato la pole position per la 4h di Monza che si svolgerà domani come secondo round dell'ELMS 2018. 43 vetture si sono ritrovate sul tracciato brianzolo per un appuntamento divenuto ormai consuetudine nel calendario del campionato endurance continentale organizzato dall'ACO, dopo l'apertura di Le Castellet che ha visto la vittoria al debutto del team Racing Engineering.

Le qualifiche della classe LMP2 sono state davvero aperte fino all'ultimo, con ben due bandiere rosse all'interno dei canonici dieci minuti a disposizione. Matthieu Vaxivière ha staccato la pole al volante dell'Oreca 07 #33 in 1:35.456, precedendo di quasi quattro decimi la gemella #21 gestita dal team DragonSpeed e guidata da Ben Hanley. Da notare come Vaxivière non sia rientrato in pista per un ultimo attacco al tempo nei due minuti rimasti dopo la prima interruzione, causata da una serie di detriti rimasti in pista dopo la Prima Variante. Il tempo del francese era in effetti troppo competitivo per essere battuto.

Reduce dalla poco fruttuosa apertura del WEC a Spa-Francorchamps, terminata con un terzo posto a distanza notevole dalle Toyota, Gustavo Menezes ha portato in seconda fila la vettura #31 del team Algarve-Rebellion a mezzo secondo dalla pole; subito alle spalle dello statunitense ha concluso Nelson Panciatici, fermato nel corso del suo primo giro lanciato da una bandiera gialla e risalito in seconda fila proprio sotto la bandiera a scacchi con l'Oreca del team Duqueine.

Le ripetute interruzioni hanno reso difficoltosa anche la qualifica di Jean-Éric Vergne, solo quinto con la G-Drive #26 davanti alla migliore delle Ligier, la #22 del team United Autosports guidata dal sempre veloce Filipe Albuquerque. Solo nona la vettura #28 di Idec Sport, in pole a Le Castellet con Paul-Loup Chatin e oggi portata in pista da Memo Rojas, ma è andata ben peggio a chi a Le Castellet ci ha vinto, ossia il team Racing Engineering: Olivier Pla infatti non è andato oltre un 12° posto dopo un'uscita di pista in Prima Variante e domani dovrà dare fondo a tutte le sue energie, insieme a Nato e Petit, per rimontare.

In casa Dallara, buono il settimo posto della P217 del team AVF guidata da Konstantin Tereshchenko, mentre la #47 del team Villorba si è vista precludere la possibilità di migliorare il suo tempo sotto la bandiera a scacchi a causa dell'incidente di Ate de Jong in Parabolica: Felipe Nasr, al debutto con il team italiano, non è andato oltre il 15° posto.

Dopo avere perso la pole position casalinga sul filo di lana a Le Castellet, Matthieu Lahaye si è rifatto in terra italiana staccando il miglior tempo della classe LMP3 in 1:45.386 al volante della Norma del team Ultimate. Il francese ha battuto la #19 del team Muller guidata da David Droux, che a sua volta ha preceduto di appena cinque millesimi la Ligier #9 del team AT Racing del danese Mikkel Jensen. Quarta posizione per Sean Rayhall con la United Autosports #2, davanti alla RLR Motorsport #15 vincitrice al Paul Ricard e pilotata da Job van Uitert. Buon sesto posto per la Norma #10 del team Oregon, con Riccardo Ponzio, che ha chiuso subito davanti a Giorgio Mondini con la vettura della Eurointernational.

L'autentica sorpresa di giornata è arrivata dalla classe GTE, con la pole del giovane Riccardo Pera sulla Porsche del team Ebimotors. Il pilota proveniente dalla trafila delle serie italiane della Casa di Weissach si è tolto l'enorme soddisfazione di precedere Gianmaria Bruni di 18 millesimi, sulla 911 #88 del team Proton, le Ferrari di Matt Griffin e Andrea Bertolini e la seconda Porsche Proton, la #77, guidata da Marc Lieb. Un autentico "parterre des rois" di fuoriclasse delle Gran Turismo messo in riga da un'altra giovane speranza del motorsport italiano. Senza alcun tempo cronometrato la Ferrari del team JMW, vincitrice in Francia ma fermata ai box da un incidente nella FP2 di stamattina.

Il semaforo verde per la 4h di Monza è previsto per domani alle ore 12:30.

Classifica

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.