Difficoltà economiche per il GP di Russia, e il GP del Canada cerca nuovi investitori

Difficoltà economiche per il GP di Russia, e il GP del Canada cerca nuovi investitori
di 02 giugno 2015, 14:00

Sembra che non ci sia fine ai problemi economici per la F1, nella fattispecie per gli organizzatori dei Gran Premi.

Di recente, una delle società che ha organizzato il Gran Premio di Russia ha dichiarato bancarotta, anche se la gara di F1 non sembra essere minacciata. I guai di Sochi erano già iniziati nel 2013, con grossi debiti contratti per organizzare il primo Gran Premio in Russia.

Nel frattempo, l'organizzazione del Gran Premio di Russia 2015 è passato in mano all'altra azienda organizzatrice, la Omega, che ha interamente in mano la gestione dell'evento. Il Gran Premio di Russia ha un contratto in essere fino al 2020.

Un'altra notizia, però, sta circolando circa il Gran Premio del Canada. L'evento è gestito dal promoter Francois Dumontier, che è a capo della Octane Racing Group, di cui sta cercando di venderne il 50%.

Quest'azione, tuttavia, non sembrerebbe essere allarmante, secondo lo stesso Dumontier: "Al momento, noi abbiamo un valore, e sto guardando alle mie possibilità, come farebbe un qualsiasi businessman. È tutto normale" ha affermato.

Ci auguriamo che sia veramente così.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.