CAMPIONI PER SEMPRE Ferdinando Minoia, il primo Campione

di 13 ottobre 2016, 16:30
Campioni per sempre | Ferdinando Minoia, il primo Campione

Ferdinando Minoia è il primo vincitore di un Campionato automobilistico su un modello che ricordi quello attuale di Formula 1. Dal 1931 viene infatti organizzato un Campionato Europeo di automobilismo o Campionato Automobilistico Internazionale che intende premiare la regolarità dei risultati e dei piazzamenti su più gare, oltre che la vittoria della singola competizione. Vengono scelte delle Grandes Epreuves, cioè Grandi prove: gare che, al contrario delle altre fuori calendario, assegnano punti valevoli per la classifica del campionato. Curiosamente e al contrario di quanto avviene ora ai piazzamenti migliori corrispondevano minori punti, erano conteggiati anche i chilometri percorsi prima di un ritiro e risultava campione quindi il pilota che aveva ottenuto il più basso punteggio alla fine dell'anno. Le gare poi non avevano limiti di chilometraggio ma durata temporale fissata a dieci ore con due piloti che formavano ciascun equipaggio.

Per il 1931 le Grandi Prove sono quelle dei Gran Premi di Italia, Francia, Belgio. Minoia è già un nome prestigioso dell'automobilismo italiano e ha già vinto una Targa Florio ad appena 23 anni, nel 1907, la prima edizione delle Mille Miglia nel 1927 e vanta un quarto posto alla 24 ore di Le Mans del 1926.

Affronta quindi il neo campionato con un discreto bagaglio di esperienza e un'Alfa Romeo del team Alfa Corse. Nella prima gara a Monza è secondo con Borzacchini, in Francia è sesto e in Belgio terzo. Ha 9 punti esattamente come Giuseppe Campari che vanta una vittoria, un secondo posto e un ritiro, ha però percorso più chilometri e questa discriminante lo incorona come primo Campione e favorirà la sua nomina a Cavaliere del Regno d'Italia l'anno successivo.

Dopo questo successo prende parte ad altre gare internazionali come la 24 ore di Le Mans del 1932 ma non ottiene più grandi risultati o piazzamenti di prestigio.

Muore a Milano il 28 giugno 1940.

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.