24 Ore di Le Mans: Porsche domina la prima sessione di qualifiche

di 11 giugno 2015, 00:50 Condividi
24 Ore di Le Mans: Porsche domina la prima sessione di qualifiche

Dopo le quattro ore di prove libere oggi pomeriggio, si è disputato il primo "round" di qualifica dell'83esima edizione della 24 Ore di Le Mans. Subito in grande evidenza la Porsche, che ha piazzato i tre esemplari della 919 Hybrid in cima alla classifica assoluta, con la pole provvisoria segnata dalla #18 e in particolare da Neel Jani. Il francese ha stampato un 3:16.887 che rappresenta il nuovo record della pista, 1"5 più veloce del precedente primato stabilito da Stéphane Sarrazin nel 2008.

Non da meno, come detto, le altre due auto della Casa di Stoccarda, con la #17 (con Timo Bernhard) in seconda posizione a otto decimi di distacco e la #19 (con Nick Tandy) terza a quasi due secondi e mezzo. Tempi importanti perché per domani è prevista pioggia per il tardo pomeriggio e per la serata, dunque potremmo già trovarci di fronte alla griglia di partenza finale, considerando che per Le Mans non si usa la media del quattro migliori tempi come nelle altre gare del WEC.

In difficoltà le Audi, afflitte da problemi di sovrasterzo: La R18 #8 è quarta, a mezzo secondo dalla Porsche in terza posizione, ma la #7 si trova ad oltre quattro secondi dalla pole momentanea, con Benoît Tréluyer autore anche di un testacoda che ha costretto la Direzione Gara ad esporre la bandiera rossa a metà turno.

Per la serie "Se Atene piange, Sparta non ride", peggio è andata per adesso alla Toyota, che arranca a sei secondi dai capoclassifica con la vettura campione in carica preceduta pure dalla scudiera #2 di un paio di decimi. I giapponesi sono comunque risultati essere, prestazionalmente, i peggiori in pista già nelle gare disputate a Silverstone e Spa-Francorchamps nei mesi scorsi e la situazione non pare assolutamente migliorata.

In grossi guai si trova invece l'attesissima Nissan, che viaggia con il suo migliore esemplare in pista a ventuno secondi e mezzo dalla Porsche in prima posizione. La GT-R LM a motore anteriore e trazione anteriore lamenta problemi di assetto e i tempi sul giro le permettono di tenere dietro a malapena le migliori LMP2. Per la cronaca, la dodicesima posizione assoluta al momento è appannaggio della #23, equipaggio che comprende l'ex-Marussia Formula 1 Max Chilton e portato al miglior crono da Jann Mardenborough.

Parlando di LMP2, superba prestazione per la Oreca 05 motorizzata Nissan (almeno qui...) del team KCMG con Richard Bradley, che si è messa alle spalle le Gibson-Nissan del team Greaves (con Jon Lancaster) e del team Jota Sport (con il test driver McLaren Oliver Turvey).

Per quanto riguarda le classi GT, dominio altrettanto incontrastato per l'Aston Martin, con la migliore GTE-Pro e la migliore GTE-Am separate da appena un paio di decimi e in testa alla lista di categoria. Primo tempo assoluto per Richard Stanaway sulla Vantage #99 in 3:54.928 davanti a Pedro Lamy con la #98, poi la #97 con Stefan Mücke e la #95 con Marco Sørensen. Tra le quattro Aston si era piazzato Gianmaria Bruni con la Ferrari della AF Corse, ma poi il tempo è stato cancellato per un taglio di pista, facendo precipitare l'equipaggio di riferimento del Cavallino quasi in fondo alla graduatoria.

Domani si svolgeranno le altre due sessioni di qualifica, alle ore 19:00 e alle ore 22:00, entrambe trasmesse in diretta da Eurosport.

Classifica provvisoria:

lemans

immagine copertina: newsroom.porsche.com

1 commento

Prendi parte alla discussione
  1. Luca
    #1 Luca 11 giugno, 2015, 08:24

    Qui stanno mettendo i link x gli onboard http://goo.gl/TsgRlx

    Reply this comment

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.